Politica

Ultimi contenuti per il percorso 'Politica'

Venerdì 22 novembre alle ore 17.30 nella Sala Parrocchiale di San Marco a Lucca si tiene il ricordo dell'appello «ai liberi e forti» a cento anni da quando don Luigi Sturzo lo lanciò. Gli ideali di giustizia e libertà in esso contenuti sono ancora attuali e su questo si confronteranno l'arcivescovo Paolo Giulietti, l'on. Pierluigi Castagnetti e il prof. Raffaele Savigni.

C'è voluto, purtroppo, un attentato estremamente grave ai nostri soldati in Iraq per provocare almeno inizialmente reazioni convergenti tra le forze politiche. Quei soldati impegnati per la pace e contro il terrorismo, ci rammentano che esistono molte dimensioni della vita della Repubblica in cui tutti i cittadini posso riconoscersi semplicemente come tali, al di là di ogni contrapposizione ideologica.

Un gesto vale più di mille parole, recita un vecchio adagio che accompagnava i nostri nonni e che la società del terzo millennio, ma già quella del secolo scorso, ha dimenticato. Ora contano le parole, gli «urli», le «offese». Parlare di povertà, di famiglie, che non arrivano alla fine del mese, per la maggioranza è un «fastidio», perché significa dover fare i conti con quanto ciascuno di noi ha ma soprattutto spreca ogni giorno.

«Costruire un nuovo patto tra generazioni, rappresenta una grande sfida perché in Italia vi è un paradosso che vede assumere da un lato comportamenti giovanili da parte di chi ha 70 anni e dall’altro non consentire a chi è davvero giovane di realizzare il proprio percorso di vita». Lo ha affermato Simone Morandini, Fondazione Lanza, intervenendo alla terza edizione del Forum di etica civile in corso fino a domenica 17 novembre all’Auditorium di Sant’Apollonia a Firenze sul tema ‘Verso un patto tra generazioni: un presente giusto per tutti’.

«Sarà mai possibile - scrive un nostro lettore . che in Italia si debba scegliere tra chi difende gli immigrati le stato sociale, ma anche il divorzio, l’aborto e l’eutanasia e chi difende la vita, ma non vuol soccorrere gli immigrati?».

«Light up. Ragazzi in sinodo», tre giorni di lavori, conclusi oggi alla Fraterna Domus di Sacrofano (Roma) in occasione dei festeggiamenti per i 50 anni dell'Azione cattolica ragazzi. Il presidente dell'Ac, Matteo Truffelli si è soffermato, a margine dell'iniziativa, anche sul manifesto per la costruzione di un nuovo soggetto politico d’ispirazione cristiana e popolare, presentato nei giorni scorsi.

A scrutini conclusi i dati fotografano il grande successo della candidata del centrodestra alla guida della Regione Umbria, Donatella Tesei, con il 57,55%, davanti al rivale Vincenzo Bianconi, candidato dell'alleanza centrosinistra-Ms5, quasi al 37,48%. Alta la partecipazione al voto: il dato definitivo è del 64,69%, rispetto al 55,43% delle precedenti. Messaggio di auguri da parte dei vescovi umbri.