Politica

Ultimi contenuti per il percorso 'Politica'

In occasione del centenario dell’«Appello ai liberi e forti» (18 gennaio 1919), un incontro a Firenze presso la Sala dell’Annunciazione della SS. Annunziata (ingresso da via Cesare Battisti, 6) dal titolo «Don Luigi Sturzo e Giorgio La Pira: ciò che li divide, ciò che li unisce», relatore il prof. Marco Vitale, già docente di economia di impresa all’Università Bocconi di Milano e Università di Pavia.

«È importante che i cristiani si impegnino e siano parte attiva nella costruzione del bene comune per il Paese». Così mons. Stefano Russo, segretario generale della Cei, ha risposto alle domande dei giornalisti sul rapporto tra cattolici e politica, durante la conferenza stampa di chiusura del Consiglio episcopale permanente.

Inammissibile il conflitto tra poteri sollevato dal Pd. Lo stabilisce la Corte costituzionale pronunciandosi sull'ammissibilità del conflitto di attribuzioni tra poteri dello Stato, sollevato da 37 senatori Pd e avente ad oggetto le modalità con cui il Senato della Repubblica ha approvato il Disegno di legge di bilancio 2019. 

Si terrà giovedì 10 gennaio dalle ore 17.30 alle 19.30 nei locali della ex circoscrizione di San Vito l'incontro organizzato dall'associazione Conpartecipo che offre a tutti gli interessati un momento di riflessione a partire dalla rilettura del messaggio di fine anno del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del messggio della Giornata Mondiale della Pace di Papa Francesco.

Un invito a leggere il messaggio per la Giornata Mondiale della Pace di Papa Francesco arriva dalla Commissione Giustizia e Pace della Diocesi di Lucca: "dobbiamo essere sempre pronti a denunciare i vizi della politica: non solo la corruzione, ma anche la xenofobia, il razzismo, il non rispetto dell’altro, il rifiuto di prendersi cura della Terra, lo sfruttamento illimitato delle risorse naturali in ragione del profitto immediato, il disprezzo di coloro che sono stati costretti all’esilio".

Le parole di Papa Francesco sulla «buona politica» suonano come parole «controcorrente in tempi in cui l’impegno politico è così spesso demonizzato, considerato una cosa sporca, svilito dall’egemonia dei fattori economici. Papa Francesco chiede invece di considerare la politica come una strada importante per la costruzione della pace nel mondo». È la riflessione del cardinale Giuseppe Betori nella Messa del 1 gennaio, festa di Maria Madre di Dio e Giornata mondiale per la Pace.

Nel suo quarto messaggio di fine anno, in diretta tv dallo studio del Quirinale, Sergio Mattarella ha iniziato con l'invito a «sentirsi «comunità», ovvero condividere valori, prospettive, diritti e doveri, «pensarsi» dentro un futuro comune, da costruire insieme». Ma poi ha toccato i temi caldi, dall'aumento dell'Ires al terzo settore ai tempi compressi dell'approvazione della legge di bilancio.

Nella tradizionale conferenza di fine anno il premier Giuseppe Conte ha difeso la sua manovra anche dall'accusa di essere stata scritta a Bruxelles. Conferma i tagli all'editoria, assicura che non aumenteranno le tasse e si assume la responsabilità dell'errore sull'Ires raddoppiata al no profit.