Politica

Ultimi contenuti per il percorso 'Politica'

«Attenderò alcuni giorni trascorsi i quali valuterò in che modo procedere per uscire dallo stallo che si registra». Si è conclusa con queste parole la dichiarazione del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al termine della seconda tornata di consultazioni per la formazione di un nuovo governo.

Dopo il primo giro di consultazioni, che si sono concluse giovedì 5 aprile, il presidente Sergio Mattarella incontrerà domani e dopodomani nuovamente i partiti per poter dare forma al nuovo governo. In attesa di conoscere il risultato finale delle elezioni del 4 marzo, abbiamo scelto dieci parole chiave per comprendere meglio l'attività politica e istituzionale in corso.

Giovedì 12 aprile si aprirà al Quirinale la seconda tornata di consultazioni per il nuovo governo, che si concluderà il giorno successivo. Rispetto al primo giro di colloqui, stavolta il presidente della Repubblica inizierà con le delegazioni dei gruppi parlamentari e poi riceverà le alte cariche dello Stato. 

Nel corso della prossima settimana avvierò un nuovo ciclo di consultazioni per ascoltare le opinioni dei partiti e verificare se è maturata qualche possibilità che oggi non si registra». Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al termine del primo giro di consultazioni per la formazione del nuovo governo.

«A Matteo Biffoni giunga la più sincera e affettuosa vicinanza mia, dell’associazione e di tutti i sindaci italiani». Lo afferma il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, manifestando solidarietà al primo cittadino di Prato, Matteo Biffoni, presso il cui studio legale nei giorni scorsi erano apparse minacce e ingiurie di matrice fascista.

Lo scossone delle elezioni politiche ha travolto pure la Toscana. Le avvisaglie si erano viste con le elezioni regionali del 2015 quando il centrodestra prese il 29% e i 5Stelle il 15%, e con la conquista da parte dei 5Stelle di Livorno nel 2014 e Carrara nel 2017, e da parte del centrodestra, di Arezzo nel 2015, Grosseto nel 2016 e Pistoia nel 2017. Ma gli effetti locali delle elezioni politiche si devono ancora manifestare.