Politica

Ultimi contenuti per il percorso 'Politica'

Il comunicato finale sui lavori della Conferenza episcopale toscana riunita all'Eremo di Lecceto lo scorso lunedì 28 gennaio. Si muovono i primi passi per organizzare l’omaggio alla tomba del Patrono d’Italia, che si svolgerà in ottobre. I Vescovi toscani si uniscono all’invito della Cei per una purificazione dei linguaggi da espressioni incattivite e rancorose: «Evitare parole e atteggiamenti di esclusione». Mons. Italo Castellani sarà assistente regionale Unitalsi

«Come cristiani e cittadini ci sentiamo interpellati e non possiamo rimanere muti di fronte a ripetuti atteggiamenti di intolleranza che esprimono un sentimento che va crescendo nel sentire comune, avallato e legittimato dall’azione e dalle parole di esponenti di spicco della politica nazionale». Inizia così un documento firmato da un numeroso gruppo di cattolici livornesi che pubblichiamo integralmente.

Solo il 12% degli italiani prova un minimo interesse verso la presenza di un nuovo partito cattolico. È quanto emerge dall'ultima rilevazione eseguita da Swg su un campione di 1.000 maggiorenni italiani, i cui esiti sono pubblicati nello speciale «Un nuovo partito cattolico?» di «PoliticApp» diffuso oggi. Dieci punti di differenza nei consensi tra Lega e M5s.

«Papa Francesco ci dice che ci può essere una buona politica: in un momento in cui si guarda alla politica come una cosa brutta, è una affermazione in controtendenza». Lo ha detto il cardinale Giuseppe Betori consegnando oggi in Palazzo Vecchio il Messaggio di Papa Francesco per la Giornata mondiale per la Pace al sindaco Dario Nardella, alla Giunta e al Consiglio comunale e ai presidenti dei Quartieri.

«Forti della nostra identità, attraverso il lavoro, costruttori di speranza in Italia e in Europa», è il titolo del XIII congresso nazionale del Movimento cristiano lavoratori che si è tenuto a Roma, presso l'Ergife Palace Hotel dal 25 al 27 gennaio. Carlo Costalli è stato rieletto presidente nazionale per acclamazione, con una mozione che ha tracciato le linee programmatiche per i prossimi anni di un Movimento in crescita e che mette al primo posto i valori della dottrina sociale cristiana.

«Ormai tutti urlano, e dunque il farlo non è più efficace. Meglio, a volte, un silenzio eloquente. La cultura dei social porta a una polarizzazione delle opinioni: o mi piace o non mi piace. Non c'è la possibilità di argomentare, di esprimere un giudizio sfumato. E la polarizzazione porta allo scontro». Lo sostiene Adriano Fabris, docente di filosofia morale all'Università di Pisa.