Città metropolitana

Ultimi contenuti per il percorso 'Città metropolitana'

Mentre la politica nazionale discute su come dare un Governo al Paese, le città metropolitane uniscono le voci per chiedere «un interlocutore autorevole e credibile» con cui parlare dei temi più urgenti: lavoro e sicurezza, infrastrutture e ambiente. È questo il messaggio che viene coordinamento dei sindaci delle città metropolitane che si è svolto oggi in Palazzo Vecchio, a Firenze.

Graziano Delrio, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri, illustra i vantaggi per i trasporti pubblici, («sistemi metropolitani di superficie che non si fermino ai confini comunali»), per la raccolta dei rifiuti e per gli ambiti territoriali sull'acqua. Ma anche una più forte attrazione di investimenti - per centri di ricerca, università, innovazione - e promozione del territorio. In Toscana c'è quella di Firenze.

Dieci le città metropolitane: Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Napoli e Reggio Calabria, più Roma Capitale che avrà una disciplina speciale. Eletti i «consigli metropolitani», la tappa successiva è quella della stesura e approvazione degli statuti. Segnalati limiti nella rappresentanza delle minoranze. Il ''sindaco metropolitano'' è il primo cittadino del comune capoluogo.

Da sempre le amministrazioni provinciali erano considerate l’«anello debole» dell’assetto politico e istituzionale locale. La maggioranza ha già deciso che verranno abolite con una modifica alla Costituzione, ma intanto si rinnovano, secondo la legge Delrio. In futuro rimarrà solo quella fiorentina. Entro metà ottobre si vota per eleggere i nuovi organismi.