Consiglio regionale

Ultimi contenuti per il percorso 'Consiglio regionale'

In Toscana nel 2019 le borse di studio continueranno a essere garantite a tutti gli idonei. L'azienda regionale per il diritto allo studio, ad ogni modo, intende mettere in campo interventi supplementari per i disabili, gli appartenenti a famiglie disagiate e anche a beneficio degli universitari che restano tagliati fuori dalle borse per il superamento del requisito Isee.

«Quest'anno abbiamo voluto concentrare i lavori sul treno della memoria, che ogni due anni porta circa 600 giovani della Toscana nei campi di concentramento perché possano vedere quello che è stato il punto più basso in cui è caduta l'umanità, la Shoah, l'Olocausto. Parlare del treno della memoria vuol dire parlare degli ambasciatori, dei testimoni del domani». Lo spiega il presidente del Consiglio regionale toscano, Eugenio Giani, aprendo la seduta solenne dedicata al Giorno della Memoria».

Il Consiglio regionale si prepara a celebrare durante tutto il 2019 la figura di Cosimo I dé Medici. L'impulso arriva dal presidente dell'assemblea toscana, Eugenio Giani, che come preannunciato a dicembre intende ricordare la doppia ricorrenza: i 500 anni dalla nascita e i 450 anni dalla proclamazione a granduca di Toscana.

Al Meeting per i diritti umani, abituale appuntamento regionale con gli studenti delle superiori, Enrico Rossi annuncia l'imminente approvazione di una legge per garantire ai migranti assistenza sanitaria, sociale, istruzione e, al tempo stesso, per tutelare e supportare le associazioni e gli operatori impegnati in prima fila nell'accoglienza.

Sarà il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, l'ospite d'onore della seduta solenne del Consiglio regionale di venerdì, convocata per celebrare la festa della Toscana. La riunione sarà, in realtà, soltanto uno dei 132 appuntamenti, che si snoderanno dal 30 novembre sino al 28 febbraio, previsti per onorare la ricorrenza. 

Il Consiglio regionale toscano approva a maggioranza la risoluzione sul masterplan dell'aeroporto di Firenze, dando così il via libera alla variazione automatica del Pit. Mentre i consiglieri di Fratelli d'Italia, Forza Italia e Lega, pur su posizioni diverse, abbandonano l'aula, quelli del M5S votano contro, assieme alla capogruppo di Mdp.