Consiglio regionale

Ultimi contenuti per il percorso 'Consiglio regionale'

L’assessore alle attività produttive lavoro e formazione Gianfranco Simoncini, insieme a Provincia di Firenze e dal Comune di Figline ha incontrato il 4 luglio i vertici dell’azienda. L’incontro faceva seguito alle preoccupazioni manifestate dalle organizzazioni sindacali rispetto alle indiscrezioni sui nuovi assetti societari. L’assessore ha ricostruito la vicenda rispondendo a due interrogazioni presentate dai consiglieri regionali del gruppi Pd (Brogi, Danti, Ferrucci, Parrini); Idv (Fedeli, Gazzarri, Manneschi); Gruppo misto (Ciucchi).

Con la prima variazione di bilancio, la Giunta regionale dovrà prevedere un contributo straordinario di ventimila euro per ciascuno degli anni 2013, 2014 e 2015 per il brigadiere Giuseppe Giangrande e la sua famiglia. Lo ha deciso all’unanimità il Consiglio regionale della Toscana, approvando una mozione presentata da Giovanni Donzelli e Paolo Marcheschi (FdI) e da Marina Staccioli (gruppo Misto).

«Che ne sarà delle province già commissariate, in virtù di una legge anticostituzionale? Il governatore Rossi prenda una posizione in merito». A stretto giro dall’approvazione da parte del Governo del ddl sull’abolizione delle province, la consigliera regionale Marina Staccioli (Gruppo Misto) richiama l’attenzione su quegli Enti che sono già arrivati alla scadenza del mandato elettorale e non sono tornati alle elezioni. Una condizione sperimentata anche in Toscana dalla Provincia di Massa Carrara.

Fattibilità idraulica, inquinamento acustico e atmosferico, rischi per la salute dei cittadini in merito alla proposta di integrazione al Pit per la definizione del Parco agricolo della Piana e per la qualificazione dell’aeroporto di Firenze. Per fare chiarezza su questi aspetti, sono stati ascoltati dalle commissioni Trasporti, presieduta da Fabrizio Mattei (Pd), e Ambiente e territorio riunite in seduta congiunta, presieduta da Gianfranco Venturi (Pd), i rappresentanti del Consorzio di bonifica dell’area fiorentina, di Arpat, della direzione politiche ambientali della Giunta regionale e di Ispo Università di Firenze

La definizione di nuova legge elettorale per la Toscana risponde ad un preciso impegno, che nasce nella passata legislatura e il Consiglio è chiamato ad onorare in questa legislatura, perché è necessaria «una ricostruzione del rapporto tra cittadino ed eletto». Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale della Toscana Alberto Monaci, alla platea riunita questa mattina nella sala delle Feste di palazzo Bastogi per una giornata di confronto con i partiti.

Ceccarelli ha ricordato che i contributi percepiti dalla cooperativa Il Forteto si muovono nell'ambito di procedure concorsuali bandite sulla base del programma rurale della Toscana 2007-2013 per l'assegnazione di aiuti in favore degli imprenditori agricoli. Ma gli ex componenti della Commissione d’inchiesta sugli affidi dei minori si sono detti insoddisfatti dalla risposta della giunta