Corte costituzionale

Ultimi contenuti per il percorso 'Corte costituzionale'

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha incontrato oggi quanti sono impegnati nell'accoglienza dei migranti rilanciando un tavolo tra Comune, mondo del lavoro, sindacati e terzo settore per affrontare i problemi che porta con sé il decreto sicurezza. E manda un messaggio al Prefetto: «no ai grandi Cas».

«La Corte costituzionale, con la sentenza n. 106, fa finalmente chiarezza sui limiti della potestà legislativa delle Regioni in materia di edilizia residenziale pubblica». Così il segretario generale del Sicet Cisl, Nino Falotico, in riferimento alla bocciatura da parte dell'Alta Corte della norma della Regione Liguria che portava a 10 anni il requisito di residenza nel territorio nazionale per l'accesso alle case popolari da parte dei cittadini extra-Ue.

L'Italicum emendato dalla Corte costituzionale e da questa definito immediatamente utilizzabile, prevede che nei 100 collegi i capolista siano «bloccati», cioè che vengano eletti per primi nel caso scatti il seggio per il loro partito. La conseguenza sarebbe che almeno due terzi dei deputati verrebbero eletti a prescindere dal voto di preferenza, che pure è permesso.

La Corte Costituzionale ha bocciato alcuni punti chiave dell'«Italicum», la legge elettorale per l'elezione dei deputati, approvata nel giugno 2015 e mai ancora applicata. I giudici della Consulta hanno detto no al ballottaggio e ai capolista che possono scegliere il seggio. Supera invece l'esame il premio di maggioranza per il partito che supera il 40% dei voti. Una decisione che – sottolinea la Corte - porta a una legge immediatamente applicabile.