Elezioni

Ultimi contenuti per il percorso 'Elezioni'

“Quando qualcuno si trova in difficoltà in mare, si è obbligati moralmente e umanamente ad aiutarlo, e non a rendere le cose più difficili”. Così il card. Michael Czerny, prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, ha risposto alle domande dei giornalisti su una eventuale preoccupazione per la vittoria elettorale, in Italia, di una coalizione che, almeno nel programma, non fa cenno alla protezione dei migranti. 

“Agli eletti chiediamo di svolgere il loro mandato come ‘un’alta responsabilità’, al servizio di tutti, a cominciare dai più deboli e meno garantiti”. Lo dichiara il card. Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna e presidente della Cei, dopo le elezioni politiche di domenica 25 settembre 2022.

È andato alle urne il 63,91% degli aventi diritto. In altre parole più di un elettore su tre non ha votato. Il partito guidato da Giorgia Meloni ottiene il 26,4% rispetto all’8,79% della Lega e all’8,11% di Forza Italia, con Noi Moderati allo 0,91% (dati relativi alla Camera quando mancano poche sezioni da scrutinare). Un esito che riconfigura profondamente gli equilibri della coalizione, tanto che non pochi commentatori osservano che bisognerebbe parlare di destra-centro e non di centro-destra

E dopo? Ecco la domanda che nelle ultime settimane è diventata quasi un tormentone tra i commentatori della politica nostrana. Cosa succederà dopo il 25 settembre, quando siamo chiamati ad andare alle urne per cercare di dare un Governo, possibilmente stabile, a questo Paese?

Il segretario di Stato vaticano, card. Pietro Parolin, in un commento a margine del “World Statesman Award – Premio statista dell’anno”, che è stato conferito a New York al premier italiano Mario Draghi, ha espresso l’auspicio che i toni della campagna elettorale “si smorzino e si metta al primo posto il bene del Paese e le necessità della gente”. 

Allarmati dagli ultimi sondaggi secondo i quali un giovane su due under 35 non si recherà alle urne e consapevoli che da troppo tempo in Italia il primo partito delle elezioni risulta essere l’astensionismo, le Acli, Azione Cattolica e il Movimento politico per l’Unità (Focolari) lanciano la campagna social #andiamoavotare #iovoto per sensibilizzare al voto del 25 settembre. 

Bisognerà attendere la prossima settimana per fare il punto sulle misure di sostegno contro il caro energia. I due “decreti aiuti” – il “bis” di cui è in corso la conversione in legge e il “ter” che dev'essere ancora varato dall'esecutivo – devono fare i conti con la particolare situazione politico-istituzionale provocata dalla crisi del governo Draghi e dal conseguente scioglimento delle Camere