Matteo Salvini

Ultimi contenuti per il percorso 'Matteo Salvini'

Ha fatto molto discutere il comizio milanese di Matteo Salvini, conclusosi con il Rosario mostrato alla folla e l'evocazione della vittoria elettorale grazie al «Cuore immacolato di Maria» a cui si sarebbe affidato. Pubblichiamo due prese di posizione in merito da importanti realtà del mondo cattolico toscano.

Sabato nel suo comizio in piazza del Duomo, a Milano, Matteo Salvini ha brandito un rosario, invocato i santi patroni dell'Europa e infine si è affidato la Cuore Immacolato di Maria «che son sicuro ci porterà alla vittoria». Sull'episodio è intervenuto ieri il Segretario di Stato vaticano, card. Parolin, ricordando che «invocare Dio per se stessi è sempre molto pericoloso». Sull'episodio è intervenuto anche mons. Semeraro.

Considera «illegittima» la direttiva del ministero dell’Interno l’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione (Asgi) in una nota diffusa, relativa all’intimazione a non entrare in acque territoriali italiane all’equipaggio della Sea Watch 3 con a bordo 65 naufraghi in fuga dalla Libia.

Come in oltre altre città italiane, anche a Firenze il bando della prefettura per l'accoglienza migranti nei Cas va quasi deserto. A meno che non ci siano sorprese dell'ultima ora, su 1.500 posti offerti, sarebbero soltanto poco più di 300 quelli offerti dalle associazioni che si sono presentate. Botta e risposta tra Rossi, che accusa Salvini, e il sottosegretario Sibilia, che minimizza.

È stato firmato ieri al Viminale il nuovo protocollo per far entrare in Italia, in due anni, 600 richiedenti asilo dai campi profughi in Etiopia, Giordania e Niger, tramite corridoi umanitari tra Cei, Comunità di Sant’Egidio, ministero dell’Interno e ministero degli Esteri. Conversando con i giornalisti mons. Russo ha replicato alle accuse alla Caritas da parte di Matteo Salvini, che non era presente alla firma.

Una legge di «natura propagandistica» che «alimenta la paura». Così il coordinatore nazionale di Pax Christi, don Renato Sacco, commenta la legge sulla Legittima difesa, recentemente promulgata dal presidente della Repubblica, in un articolo pubblicato sul numero di maggio di Vita pastorale, anticipato al Sir.