Parlamento

Ultimi contenuti per il percorso 'Parlamento'

E' urgente una legge quadro nazionale che riconosca e valorizzi il ruolo dei caregiver (chi presta assistenza), nel nostro Paese oltre 3milioni, per lo più donne di mezza età, che nelle loro famiglie si fanno carico di anziani e malati non autosufficienti. Ma non mancano i ragazzi e i giovani in età scolare. A fare il punto della situazione è stato ieri un convegno a Palazzo Montecitorio. Illustrate anche due proposte di legge depositate le scorse settimane alla Camera e al Senato e ispirate alla  legge regionale approvata nel 2014 in Emilia Romagna.

«Salutiamo con soddisfazione l’approvazione da parte del Senato del Ddl di riforma del terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale». Il Forum del terzo settore reagisce positivamente al via libera, giunto ieri, del Senato alla legge di riforma dell’economia solidaristica e dell’impresa sociale.

«L’utero in affitto è una pratica aberrante» ha ribadito il deputato Gian Luigi Gigli, deputato del gruppo parlamentare ‘Democrazia Solidale-Centro Democratico’ e presidente del Movimento per la Vita, durante la conferenza stampa di presentazione della proposta di legge per perseguire il reato di surrogazione della maternità commesso all’estero da cittadino italiano, illustrata oggi a Roma presso al Sala stampa della camera.

Dire stop agli sprechi alimentari, incentivare le donazioni delle eccedenze agli indigenti favorendone il recupero, la distribuzione e la valorizzazione per fini di solidarietà sociale. Questo, in estrema sintesi, l’obiettivo del provvedimento approvato ieri a Montecitorio, risultato di otto proposte di legge, che ora passa al Senato. I pareri di Marco Lucchini (Fondazione Banco alimentare), Francesco Marsico (Caritas), Roberto Moncalvo (Coldiretti).

Il presidente dell'Associazione Lorenzo Guarnieri, di Firenze, che tanto si è battuto per l'introduzione nel nostro ordinamento del reato di «omicidio stradale», commenta per il nostro settimanale l'approvazione definitiva della legge che inasprisce anche le pene per chi provoca lesioni gravi guidando in stato di ebrezza o sotto effetto di droghe.

Nel mezzo del dibattito ancora molto acceso sul disegno di legge sulle unioni civili, approvato al Senato e in attesa di passare alla Camera, è arrivata la notizia del «figlio di Vendola». Così almeno l’hanno presentata molti giornali. In realtà, quella creatura venuta alla luce in California, a cui diamo un incondizionato benvenuto augurandogli ogni bene, è figlia di almeno tre persone, ma non certo del leader di Sinistra ecologia e libertà.