Referendum

Ultimi contenuti per il percorso 'Referendum'

Data l’importanza che sta assumendo il  dibattito sul referendum del 4 dicembre sulla  legge di modifica costituzionale, le associazioni che fanno parte della Consulta diocesana delle aggragazioni laicali, insieme a quelle che compongono il Forum toscano delle Associazioni per i diritti della Famiglia,  all’Azione Cattolica e all’Unione dei Giuristi cattolici propongono un ulteriore momento di approfondimento, dopo quello del giugno scorso.

La Corte costituzionale si chiama fuori dalla campagna referendaria. Con la scelta di rinviare a data da destinarsi l’esame dei ricorsi contro la nuova legge elettorale (il cosiddetto Italicum), i giudici di palazzo della Consulta hanno chiaramente voluto evitare che un’eventuale decisione assunta nell’udienza fissata per il 4 ottobre potesse essere strumentalizzata dai due schieramenti che si fronteggiano in modo aspro sul referendum costituzionale del 4 dicembre.

«Come cattolici abbiamo a cuore la casa comune e vogliamo contribuire a cercare le strade migliori per far crescere il nostro Paese». Lo ha detto Franco Miano, coordinatore di Retinopera, organismo che insieme alla Consulta nazionale aggregazioni laicali (Cnal), ha promosso a Roma un seminario di studio e approfondimento sulla riforma costituzionale e sul referendum che la riguarda con la partecipazione di Stefano Ceccanti e Cesare Mirabelli.

Aprendo oggi a Roma i lavori del Consiglio permanente della Cei, il card. Bagnasco ha affrontato i temi più caldi di questi mesi, dal terremoto alle sfide che ha l'Europa, dal caso di eutanasia su un minore in Belgio al referendum costituzionale, sul quale invita i cattolici ad informarsi personalmente (testo integrale prolusione).