Sergio Mattarella

Ultimi contenuti per il percorso 'Sergio Mattarella'

«La storia insegna che quando i popoli barattano la propria libertà in cambio di promesse di ordine e di tutela, gli avvenimenti prendono sempre una piega tragica e distruttiva». Lo ha detto il capo dello Stato, Sergio Mattarella, nel suo intervento a Vittorio Veneto per le celebrazioni del 25 aprile.

A 10 anni dal terremoto che sconvolse L’Aquila, «la ricostruzione resta una grande sfida nazionale». Lo afferma il presiedente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 10° anniversario del terremoto de L’Aquila che «provocò morte e distruzioni, colpì al cuore l’intero Paese, lasciò segni profondi e dolorosi che il tempo e l’impegno umano hanno in parte lenito ma mai potranno cancellare». 

Ha avuto inizio questa mattina il 28° viaggio apostolico internazionale di Papa Francesco che si reca in Marocco. «Prima di lasciare Casa Santa Marta, Papa Francesco ha incontrato un gruppo di migranti marocchini ospitati in Italia dalla Comunità di Sant’Egidio», riferisce la Sala Stampa della Santa Sede.

«L'uccisione di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin lacera profondamente, a 25 anni di distanza, la coscienza civile del nostro Paese e suona drammatico monito del prezzo che si può pagare nel servire la causa della libertà di informazione». Lo dichiara il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 25° anniversario dell'uccisione di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin avvenuta a Mogadiscio, in Somalia, il 20 marzo 1994.

«Nella fausta ricorrenza del VI anniversario dell'inizio solenne del suo ministero petrino, desidero rinnovare vivissimi auguri, anche a nome del popolo italiano, per il suo benessere personale e per la sua instancabile opera, cui l'umanità tutta guarda con sentimenti di partecipe aspettativa». Inizia con queste parole il messaggio che il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato a Papa Francesco per il VI anniversario di Pontificato.

Fare gli auguri alle donne, in realtà, vuol dire rivolgerli all'intera comunità nazionale. Perché la componente femminile è parte, oltre che essenziale, decisiva della nostra società». Lo ha detto oggi il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo alla cerimonia, in Quirinale, per la Giornata internazionale della donna, dedicata quest'anno al tema «Mai più schiave».

Dopo il taglio del nastro steso al capolinea dell'aeroporto di Peretola, la prima corsa della linea T2 «Vespucci» del sistema tramviario di Firenze, ha percorso i primi metri con a bordo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, il sindaco Dario Nardella, il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, e il commissario europeo per la Politica regionale Corina Cretu.