draghi

Ultimi contenuti per il percorso 'draghi'

Nessun colpevole, tutti colpevoli. Da una settimana è partita una campagna elettorale stranissima: in estate, con i leader che già guardavano alle ferie e i peones (quei parlamentari di cui i leader si ricordano solo quando devono essere sostituiti in qualche appuntamento o al momento della compilazione delle liste) che cercavano di fuggire ai comizi nelle spiagge o in pineta, soprattutto in un periodo estivo così torrido. 

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dopo aver sentito i Presidenti dei due rami del Parlamento, ai sensi dell'articolo 88 della Costituzione, ha firmato il decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, che è stato controfirmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri. Possibile data per il voto: il 25 settembre

“Si deve accelerare l’installazione dei rigassificatori a Piombino e Ravenna, non è possibile affermare di volere l’indipendenza energetica per gli italiani e poi protestare contro queste infrastrutture“. E' un passaggio del discorso tenuto questa mattina da Draghi in Senato.

"2Noi, associazioni di gestori e genitori di scuole paritarie cattoliche e d’ispirazione cristiana, Agesc, Cdo Opere educative-Foe, Cnos Scuola, Ciofs scuola, Faes, Fidae, Fism, Fondazione Gesuiti Educazione, facenti parte di Agorà della parità, in queste ore difficili per il nostro Paese, vorremmo manifestarle la nostra vicinanza e chiederle di ripensare alle sue dimissioni”. Inizia così il messaggio inviato dall’Agorà delle parità al presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Dopo la decisione del Movimento 5 Stelle di non votare la fiducia, e una giornata alquanto convulsa, il presidente del Consiglio, è salito al Quirinale per un incontro con il Capo dello Stato Sergio Mattarella. Poco prima delle 19 il comunicato ufficiale che tra poco presenterà ufficialmente allo stesso Mattarella