Povertà

Ultimi contenuti per il percorso 'Povertà'

Papa Francesco ha pranzato ieri nell'Aula Paolo VI, in occasione della Giornata mondiale dei poveri, con circa 1.500 bisognosi, persone meno abbienti e poveri accompagnati dal personale delle associazioni di volontariato. Il menù servito è composto da lasagnetta, bocconcini di pollo alla crema di funghi e patate, dolce, frutta e caffè.

L'atteggiamento del cristiano è quello «della speranza in Dio, che consente di non lasciarsi abbattere dai tragici eventi». Lo ha detto il Papa, nell'Angelus di ieri, in cui ha spiegato che «i discepoli di Cristo non possono restare schiavi di paure e angosce; sono chiamati invece ad abitare la storia, ad arginare la forza distruttrice del male, con la certezza che ad accompagnare la sua azione di bene c'è sempre la provvida e rassicurante tenerezza del Signore».

Un gesto vale più di mille parole, recita un vecchio adagio che accompagnava i nostri nonni e che la società del terzo millennio, ma già quella del secolo scorso, ha dimenticato. Ora contano le parole, gli «urli», le «offese». Parlare di povertà, di famiglie, che non arrivano alla fine del mese, per la maggioranza è un «fastidio», perché significa dover fare i conti con quanto ciascuno di noi ha ma soprattutto spreca ogni giorno.

Sarà proiettato domani, domenica 17 novembre, alle 15.30, al Cinema nuovo di Capolona il film di animazione «La piccola fiammiferaia». L’indomani, invece, aprirà il dormitorio invernale. Le iniziative della diocesi di Arezzo sono in programma nell’ambito della terza Giornata mondiale dei poveri, che quest’anno ha per tema «La speranza dei poveri non sarà mai delusa». 

«Voi che siete piccoli, poveri, fragili, siete il tesoro della Chiesa». A ribadirlo è il Papa, nel videomessaggio in spagnolo inviato al «Raduno Fratello 2019», organizzato dall'Associazione Fratello presso il Santuario di Lourdes dal 14 al 17 novembre, in occasione della terza Giornata mondiale dei poveri, che si celebra domenica prossima, 17 novembre. 

Anche i giovani vanno alla Caritas. «E purtroppo non solo a fare il servizio civile dedicando un anno del loro tempo alla collettività e ai più poveri, ma anche come frequentatori dei servizi». Parola di Francesco Paletti, il coordinatore del Rapporto sulle povertà delle Caritas toscane, redatto ogni anno in collaborazione con la Regione e che sarà presentato ufficialmente il prossimo 5 dicembre.

Domenica 17 novembre la Chiesa celebra la Giornata mondiale dei poveri: in questa occasione, 55 persone della diocesi di Firenze che si trovano in una situazione di fragilità parteciperanno alla Messa celebrata da Papa Francesco e pranzeranno con lui in Aula Paolo VI. Ma la giornata dei poveri si celebra anche a Firenze, dove il cardinale Giuseppe Betori pranzerà alla «Casa della Carità» di via Corelli.

«Come vescovo di Roma, desidero ringraziare l'Esercito della Salvezza anche per quello che sta facendo in questa città in favore delle persone senzatetto ed emarginate. Ce ne sono tante! E conosco anche il vostro ampio coinvolgimento nella lotta contro la tratta di esseri umani e altre forme attuali di schiavitù. Dio benedica questo vostro impegno!». È l'omaggio del Papa alla delegazione dell'Esercito della Salvezza, guidata dal generale Brian Peddle e ricevuta in udienza.