Povertà

Ultimi contenuti per il percorso 'Povertà'

Dal 10 gennaio al 17 aprile la saletta conferenze nel Museo della Misericordia di piazza Duomo a Firenze ospita una mostra temporanea dedicata al ciclo delle sette opere di misericordia corporali. Il primo appuntamento è dedicato a “dare da mangiare agli affamati” con la mostra Avevo fame e saranno visibili documenti d’archivio e fonti iconografiche inedite: 4 pannelli, 18 documenti inediti, un manifesto, alcune foto storiche proiettate a ciclo continuo e oggetti del Servizio Aiuto Alimentare della Misericordia di Firenze, "Le dodici ceste".

Si chiamava Dumitru, aveva 49 anni: è la prima persona morta per il freddo nelle strade di Firenze in questo 2020. È stato trovato il primo gennaio, intorno alle 23, in via Santa Caterina d'Alessandria, sul marciapiede davanti all'ingresso dell'Agenzia delle Entrate. L'uomo, senza fissa dimora, è stato identificato dalla Polizia grazie al documento che aveva con sè, una carta di identità rilasciata in Romania. Un episodio drammatico, nonostante il servizio di Accoglienza invernale che a Firenze mette a disposizione 150 posti letto. Dal Comune l'invito a segnalare persone in difficoltà.

1300 persone a tavola: ai pranzi di Natale che la Comunità di Sant'Egidio, in collaborazione con l'Arcidiocesi, ha preparato a Firenze nella Basilica di San Lorenzo, con circa mille persone, e al Centro Spazio Reale di San Donnino con trecento, hanno partecipato senza fissa dimora, rifugiati venuti con i corridoi umanitari, anziani, famiglie in difficoltà, Rom, insieme a tanti che hanno aiutato la loro conduzione.

Si svolgerà come tradizione il 25 dicembre, a Santa Maria in Trastevere a Roma, il pranzo di Natale con i poveri organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio. La prima volta è stato il 25 dicembre 1982 con un piccolo gruppo oggi vengono coinvolte circa 60mila persone in un centinaio di città italiane e 240mila in oltre 70 Paesi di tutti i continenti.

Conad Grosseto rinnova la solidarietà verso la Caritas Diocesana donando tutto l’occorrente per il pranzo di Natale e di Capodanno. Lunedì 23 dicembre i volontari di Caritas hanno ritirato una lunga lista di generi alimentari al supermercato Conad di Aurelia Antica: dagli ingredienti per realizzare gli antipasti, ai primi, dai secondi alla frutta, fino ai dolci natalizi. I piatti saranno cucinati dalle cuoche volontarie.

Le offerte raccolte nelle chiese di Prato in occasione delle celebrazioni del fine settimana prossimo verranno devolute ai centri d’ascolto delle Caritas parrocchiali presenti sul territorio diocesano, stazioni di prossimità che assieme alle conferenze della San Vincenzo, ai gruppi di volontariato Vincenziano e all’associazione Giorgio La Pira, costituiscono il sistema Mirod (messa in rete degli osservatori diocesani).