Povertà

Ultimi contenuti per il percorso 'Povertà'

La cultura della cura, “per una società pacifica e coesa”, è il tema che mette in evidenza questo mese la Campagna Caritas-Focsiv “Dacci oggi il nostro pane quotidiano“, elencando i conflitti che continuano a coinvolgere una settantina di Stati – tra cui Libia, Yemen, Birmania, Iraq, Siria, Pakistan, Nigeria, Africa subsahariana, Medio Oriente, Nagorno-Karabakh, Ucraina, Venezuela – e circa 900 tra milizie, guerriglieri, gruppi terroristici, separatisti, anarchici. Caritas e Focsiv ricordano che le crisi sono “tra loro fortemente connesse, come quella climatica, alimentare, economica e migratoria, che la pandemia ha aggravato, provocando lutti, sofferenze e disagi”. 

Cinquanta fra panettoni e pandori per l’asilo notturno di via Porta a Mare ma anche per la struttura d’accoglienza di via Livornese e per gli appartamenti di Housing First, il “condominio” del Cep in cui vivono alcune persone che hanno potuto abbandonare la vita di strada. E’ la donazione voluta dalla Presidente della Società della Salute Gianna Gambaccini a tutti gli operatori e ospiti delle strutture d’accoglienza per senza dimora della Zona Pisana che stamani (venerdì 18 dicembre 2020) ha voluto consegnare personalmente i dolci natalizi. 

Sono oltre 4 milioni i poveri in Italia che nelle feste di Natale sono costretti a chiedere aiuto per il cibo da mangiare nelle mense o con la distribuzione di pacchi alimentari a causa della crisi economica legata al Covid. È quanto emerge da una analisi Coldiretti su dati della Fondazione Divulga diffusa in occasione della prima giornata della “Spesa sospesa del contadino”. 

450mila euro arrivano da risorse della Chiesa pisana, altri 500mila li ha messi a disposizione la Fondazione Pisa a sostegno delle micro-imprese. Il fondo, gestito dalla Caritas, erogherà prestiti a nuclei familiari (fino a 3mila euro) e piccole aziende (massimo15mila euro) ma anche contributi a fondo perduto (non più di mille euro). Al via da lunedì 21 dicembre

Quali sono state, nei territori, le conseguenze sociali delle chiusure dovute alla seconda ondata della pandemia da Covid-19? Quale è stata la risposta delle Caritas diocesane e dei Centri di ascolto? Non esistono ancora dati strutturati rispetto al periodo in corso ma abbiamo raccolto alcune testimonianze

Quest'anno sarà un Natale diverso, senza grandi tavolate di Natale con i poveri per via delle disposizioni per l’emergenza Covid-19. La Comunità di Sant'Egidio non rinuncia però alla solidarietà. Dal 7 al 28 dicembre, tramite la campagna “Sarà un Natale diverso, ma con gli amici di sempre – Regala il Natale ai più fragili”, sarà possibile fare una donazione con chiamata da rete fissa o sms al numero 45586