Povertà

Ultimi contenuti per il percorso 'Povertà'

Il Natale come un “cantiere”, uno spazio aperto, per fare famiglia con quanti possono non trovare posto e che sono conosciuti durante tutto l'anno dalla Comunità di Sant'Egidio. C'è molta attesa: al fondo, un desiderio di ricominciare a vivere. E si preparano i pranzi di Natale di Sant'Egidio a Firenze, Livorno, Pisa e Lucca. Tutti possono dare una mano

Assicurare medicine e accertamenti clinici a 150 malati cronici di Homs, in Siria, fornire cibo a 2.500 famiglie cristiane di Zahleh, in Libano e aiutare 190 sacerdoti e 800 suore che sostengono poveri e malati nella diocesi di Calicut, in India: sono questi i tre progetti messi in campo dalla fondazione Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs) in occasione del Natale. 

Una distribuzione capillare di generi alimentari finalizzati a aiutare le famiglie più indigenti. E’ questo il senso del progetto “Spesa per tutti”, varato dalla Regione Toscana e i cui contenuti sono stati sottoscritti oggi a Firenze da Caritas, Banco alimentare e dai rappresentanti di Unicoop Firenze, Conad del Tirreno ed Esselunga.

I prodotti sono stati consegnati questa mattina al Centro Caritas dall’arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori e dalla presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze, Daniela Mori. La cooperativa ha contribuito alla realizzazione dei pacchi e costantemente è impegnata, a fianco di Caritas Firenze, per il contrasto alla povertà alimentare

Nella Giornata Mondiale dei poveri il Pontefice ricorda anche il vertice di Glasgow e poi invita a ricordare le parole del Vangelo: “chi fa il bene investe per l’eternità. Quando vediamo una persona generosa e servizievole, mite, paziente, che non è invidiosa, non chiacchiera, non si vanta, non si gonfia di orgoglio, non manca di rispetto”

Per celebrare la V Giornata Mondiale dei Poveri, il prossimo 14 novembre 2021 la Caritas dell’Arcidiocesi di Siena-Colle di Val D’Elsa-Montalcino ha organizzato un pranzo di solidarietà che vedrà protagonisti i profughi provenienti dall’Afghanistan che sono attualmente ospitati sul territorio dalla Coop. Sociale Santa Caterina Onlus e dalla Coop sociale Pangea, entrambe legate all’Arcidiocesi.