Povertà

Ultimi contenuti per il percorso 'Povertà'

Un invito a continuare a “combattere le molte forme di povertà materiale e spirituale” e a “contribuire alla crescita della fraternità della pace”. A rivolgerlo ai membri della “Papal Foundation”, ricevuti oggi in udienza, è stato il Papa, che ha cominciato il suo discorso esprimendo apprezzamento “per le vostre preghiere quando ho cominciato il mio ministero come vescovo di Roma e pastore della Chiesa universale”.

Saranno oltre un centinaio i volontari e gli operatori della Caritas della diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro che si ritroveranno sabato 23 marzo fuori dall’Ipercoop e dalla Coop di via Vittorio Veneto di Arezzo per una raccolta straordinaria di alimenti. A partire dalle 9 e fino alle 19 i volontari raccoglieranno generi alimentari donati da coloro che, dopo aver fatto la spesa, vorranno esprimere concretamente la propria solidarietà nei confronti di chi si trova in difficoltà.

La settimana scorsa la Corte europea dei diritti dell’uomo ha condannato lo Stato italiano perché ha consentito che per sette anni un padre separato non riuscisse a vedere la figlia. Il caso che ha provocato la condanna della corte di Strasburgo è tutt’altro che l’unico e forse non è nemmeno il più grave.

Un volume che mostra l'evoluzione, nel contesto sociale ed ecclesiale italiano, del concetto di carità: dalla semplice assistenza e beneficenza alla promozione umana. Questo l'obiettivo del volume «La grammatica della carità. Dall'assistenza alla condivisione nel pensiero di Giuseppe Pasini» (Edb), che raccoglie tutti gli editoriali scritti da mons. Pasini, direttore di Caritas italiana dal 1986 al 1996, sulla rivista «Italia Caritas», insieme ad un colloquio con il curatore don Salvatore Ferdinandi.

A sentire i telegiornali e a leggere i giornali sembra che quest’anno il Natale non sia riuscito bene. Motivo: non si sono spesi i cinque miliardi di euro che sembra si debbano spendere in pranzi, regali, viaggi e via dicendo perché si possa dire che il Natale sia stato un successo. Così giudicando, il Natale non è più una festa della Chiesa, ma un evento preso in gestione dalla Confcommercio e dalla Coltivatori diretti perché renda il più possibile.