Protezione civile

Ultimi contenuti per il percorso 'Protezione civile'

«Ma che argomento è dire che la rotta che dovrebbe percorrere la Concordia per andare a Genova è tra le più inquinate per gli sversamenti delle petroliere? E affermare poi che il convoglio in transito potrebbe anche ripulire un po' quel tratto di mare, ha quasi il sapore di una boutade. E' proprio vero che in politica si può dire di tutto». Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, commenta così le dichiarazioni rilasciate oggi dal capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, all'emittente Radio Capital.

In Toscana è caduta quasi il triplo della pioggia  (+168%) rispetto alla media del periodo di gennaio con le precipitazioni violente ed intese della prima decade del mese di febbraio che hanno peggiorato la situazione. E’ quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti Toscana che lancia l’allarme per i terreni saturi di acqua con tutti i fiumi in piena e allagamenti, frane ed alluvioni nelle campagne in una regione dove il 98% dei comuni ha parte del territorio a rischio idrogeologico. 

Nuovo allerta meteo a partire da lunedì dalla Soup, la sala operativa unificata permanente della Regione Toscana. L'avviso di criticità regionale «elevata» per rischio idrogeologico-idraulico è valido dalle 8 di lunedì 10 febbraio fino alle 00 di mercoledì 12 febbraio e riguarda tutta la Toscana. Rischio minore (criticità moderata) per le zone: Magra, Versilia, Serchio e Basso Serchio e per Casentino e Tevere.

Nuovamente flagellata dal maltempo, la Toscana è prossima alla dichiarazione dello stato di emergenza. Lo ha riferito oggi, nel corso di un sopralluogo in provincia di Pisa, il presidente regionale, Enrico Rossi. Il quale ritiene che lo Stato centrale dovrebbe stanziare almeno 2 miliardi di euro l'anno per la messa in sicurezza del territorio, come ha chiesto lui stesso al presidente del consiglio, Enrico Letta, sentito ieri al telefono.

Ulteriore proroga di 24 ore dell'allerta meteo per piogge forti, ovvero fino alla mezzanotte di domani, sabato 1 febbraio. La Sala Operativa Unificata Permanente della Protezione civile regionale ha emesso nel primo pomeriggio di oggi un avviso di criticità che parte dalle ore 13.30 di oggi e che riguarda gran parte della regione, fatta eccezione per le province di Massa Carrara e Arezzo.

Allerta Arno a Firenze e Pisa. Nel fiorentino, informa la Provincia, si registrano numerose frane e allagamenti su tutto il territorio con un generalizzato aumento dei livelli idrometrici. Arno, Ombrone, Elsa, Pesa, Sieve e Bisenzio hanno superato i livelli di guardia e criticità, personale del Servizio di Piena e del volontariato sta monitorando le arginature.

Per domani previste nevicate fino a quote molto basse sulle zone settentrionali della Toscana, con quota neve in graduale innalzamento in serata. Per questo la Sala operativa unificata della protezione civile regionale ha emesso un'allerta meteo per neve dalle 8 alle 24 di domani, mercoledì 29 gennaio. Interessate le province di Massa Carrara, Lucca, Pistoia, Prato e Firenze.