Ebrei

Ultimi contenuti per il percorso 'Ebrei'

«Il 16 ottobre 1943 fu un sabato di orrore, da cui originò una scia ancor più straziante di disperazione e morte: la deportazione degli ebrei dal ghetto di Roma costituisce una ferita insanabile non solo per la comunità tragicamente violata, ma per l'intero popolo italiano». Lo dichiara il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del 75° anniversario della deportazione degli ebrei dal ghetto di Roma.

«Storytelling. Le storie siamo noi» è il filo conduttore della Giornata europea della cultura ebraica in programma il 14 ottobre anche in 87 località italiane. Molte le iniziative previste in Toscana: a Llivorno, Pisa, Siena, Pitigliano e Viareggio. A Firenze gli eventi si sono svolti, per ragioni di carattere organizzativo, domenica 2 settembre, con un'ottima affluenza di pubblico.

(Bruxelles) L'incontro di oggi tra istituzioni Ue e comunità religiose presenti in Europa si è incentrato sulle principali sfide politiche che l'Europa affronterà nel prossimo anno, nonché sulle prospettive per il futuro, oltre le elezioni del Parlamento europeo.

«Settantacinque anni fa, questa nazione assisteva alla definitiva distruzione del Ghetto di Vilnius; così culminava l'annientamento di migliaia di ebrei che era già iniziato due anni prima». Lo ha ricordato il Papa, nell'Angelus recitato ieri nel parco Sàntakos di Vilnius, davanti a 100mila persone (testo integrale).

Ottanta anni fa la firma a San Rossore delle leggi razziali. Ottanta anni dopo la commemorazione, la deposizione di una corona davanti alla targa nel parco che dal 2012 le ricorda e la presentazione di un fitto programma di iniziative che le università toscane hanno messo in piedi e che la Regione ha finanziato: per non dimenticare, per provare a capire quella che non era una follia ma un disegno lucido fondato sull'invenzione della superiorità della razza ariana.