Ebrei

Ultimi contenuti per il percorso 'Ebrei'

Un manifesto in nove punti che definisce i diritti e garantisce, oltre alle cure, il rispetto della dignità e il supporto religioso e spirituale per chi si trova nella fase finale della vita in strutture sanitarie. È il manifesto interreligioso dei diritti nei percorsi di fine vita presentato e firmato questa mattina a Roma, nel Complesso monumentale del Santo Spirito a Roma, frutto di particolare sensibilità nei confronti del dialogo interreligioso in ambito sanitario e volto a creare un percorso che porti ad impegni concreti.

«Quando il 27 gennaio 1945 furono aperti i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz, il mondo intero poté vedere coi propri occhi la ferocia nazista. Ma oggi quelle immagini sembrano essersi sbiadite e la memoria perduta rischia di lasciare spazio ad un male che può in ogni momento ritornare». Questo il forte monito che Ruth Dureghello, presidente della Comunità ebraica di Roma lancia, attraverso il Sir, alla vigilia della Giornata della Memoria, che si celebra domenica 27 gennaio.

«La diversità non sia mai motivo di inimicizia e di rifiuto, ma una ricchezza da condividere». E’ la riflessione che mons. Ambrogio Spreafico, presidente della Commissione Cei per l’ecumenismo e il dialogo, propone per la XXX Giornata per l’approfondimento e lo sviluppo del dialogo tra cattolici ed ebrei che centrandosi quest’anno sul Libro di Ester, si celebra il 17 gennaio alla vigilia della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani.

(Haifa) Si è aperto con la recita della preghiera semplice di san Francesco, «Signore, fa di me uno strumento della tua pace» l'incontro interreligioso che ha visto i vescovi dell'Holy Land Coordination (Usa, Canada, Ue e Sud Africa) riunirsi oggi ad Haifa insieme a leader religiosi islamici, ebraici, drusi e bahai.