Islam

Ultimi contenuti per il percorso 'Islam'

Il Consiglio della provincia di Ninive, con una deliberazione resa nota martedì 31 luglio, ha sospeso il trasferimento di 450 famiglie arabe sunnite nelle aree della Piana di Ninive, già autorizzato dal governo federale, e ha richiesto che i nuclei familiari in questione vengano dislocati in zone a sud e a est di Mosul. Lo rende noto l’agenzia Fides.

Parla al Sir Yassine Lafram, 32 anni, eletto nei giorni scorsi nuovo presidente dell'Unione delle comunità e organizzazioni islamiche italiane (Ucoii) e lancia un appello a cattolici e musulmani. Tra le priorità del nuovo direttivo: la mappatura dei luoghi di culto, la lotta alla radicalizzazione nelle carceri, l'educazione e la formazione dei giovani.

Yassine Lafram, numero uno della Comunità islamica di Bologna, è il nuovo presidente nazionale dell'Ucoii, l'Unione delle comunità islamiche d'Italia. Succede a Izzeddin Elzir, Imam di Firenze. Lafram  è stato eletto insieme al nuovo direttivo Ucoii durante l'assemblea generale che si  è riunita domenica scorsa, 8 luglio, proprio a Bologna.

La comunità cattolica di Liegi è sotto choc e si stringe in preghiera. Questa mattina un 36enne, Benjamin Herman, ha ucciso due poliziotte e una passante nel centro di Liegi. Una messa in memoria delle vittime verrà celebrata nella chiesa dei Benedettini che si trova a Boulevard d'Avroy, proprio nel luogo della sparatoria, mentre alle 20 l'arcivescovo di Liegi, Jean-Pierre Delville, parteciperà alla preghiera della Comunità di Sant'Egidio nella chiesa di san Bartolomeo, Place Saint-Barthélemy.

Per un milione e mezzo di musulmani presenti nel nostro Paese è iniziato il Ramadan, il mese sacro di preghiera e digiuno, dall’alba al tramonto. Si concluderà il 14 giugno. All’udienza del mercoledì è stato Francesco per primo a rivolgere ai «fratelli islamici, il mio augurio cordiale per il mese di Ramadan». Ne parliamo con l’imam di Firenze, Izzeddin Elzir, presidente dell’Ucoii.

Prima dei saluti in lingua italiana, al termine dell'udienza generale, Papa Francesco si è detto molto preoccupato per l'acuirsi delle tensioni in Medio Oriente e ha fatto gli auguri ai «fratelli islamici» per l'inizio del Ramadan