Islam

Ultimi contenuti per il percorso 'Islam'

Prima dell’udienza generale il Papa ha ricevuto nell’Auletta dell’Aula Paolo VI in Vaticano, una delegazione di Leader musulmani della Gran Bretagna, presenti a Roma in occasione di un incontro sui temi integrazione, educazione e violenza. Ad accompagnarli l’arcivescovo di Westminster, Vincent Nichols che ha portato il suo saluto al Papa dopo una breve introduzione del card. Jean-Louis Tauran, presidente del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso. Nel suo intervento Francesco ha sottolineato l’importanza dell’ascolto.

«A me piace pensare che il lavoro più importante che noi dobbiamo fare oggi fra noi, nell’umanità, è il lavoro dell’orecchio: ascoltarci». Sono le prime parole pronunciate dal Papa durante l’udienza concessa questa mattina, prima dell’udienza generale, nell’Auletta dell’Aula Paolo VI, ad una delegazione di leader musulmani della Gran Bretagna.

E’ stato reso noto oggi dalla Sala stampa vaticana il programma del viaggio che Papa Francesco farà in Egitto il 28 e il 29 aprile su invito del Presidente della Repubblica, dei vescovi della Chiesa cattolica, di Sua Santità Papa Tawadros II e del Grande Imam della Moschea di Al Azhar, Cheikh Ahmed Mohamed el-Tayyib.

«Una sentenza di mercato, non una sentenza di valore. E se l’Europa decide di seguire il mercato, rischia che il rispetto per la libertà dell’essere umano prima o poi verrà cancellato». Così Izzeddin Elzir, imam di Firenze e presidente dell’Unione delle comunità islamiche in Italia (Ucoii), definisce la sentenza emessa oggi dalla Corte di giustizia dell’Unione europea secondo la quale non costituisce una discriminazione diretta la norma interna di un’impresa che vieta di indossare in modo visibile qualsiasi segno politico, filosofico o religioso.

«Abbattiamo i muri e costruiamo i ponti. Come realizzare una società multiculturale e multietnica? La Chiesa italiana e l’Islam, quali passi da compiere? È possibile costruire ponti tra Islam e Cristianesimo o soltanto muri di reciproche paure?». Questo il titolo dell’edizione 2017 del simposio interreligioso promosso dal Centro di documentazione del movimento ecumenico italiano (Cedomei) il 22 e 23 marzo a Livorno (Casa di esercizi spirituali «Villa Alma Pace»).

Una trentina di giovani, appartenenti a un’organizzazione di volontariato civile, in gran parte musulmani – comprese alcune ragazze vestite col velo integrale – hanno pulito a fondo e rimesso in ordine la chiesa caldea dedicata alla Vergine Maria, collocata a Drakziliya, zona di Mosul sulla riva sinistra del fiume Tigri, nella parte della città sottratta alle milizie jihadiste dell’autoproclamato Stato Islamico (Daesh) e tornata sotto il controllo dell’esercito iracheno.