Islam

Ultimi contenuti per il percorso 'Islam'

È stato firmato ieri al Viminale un «Patto» tra i rappresentanti delle associazioni e delle comunità islamiche e il Ministero dell’interno. 20 punti per un accordo che mira a scongiurare il pericolo di un islam fai-da-te e favorire coesione e integrazione sociale. A sottoscriverlo esponenti di associazioni che rappresentano circa il 70% dei musulmani in Italia.

Sarà il campus di Ravenna dell’Università di Bologna ad ospitare il percorso formativo, destinato a 30 guide spirituali provenienti da paesi extracomunitari e segnalate da comunità religiose «note» al Ministero anche se, finora, «prive» di un’intesa con lo Stato. Tra i docenti del corso, voluto dal Ministero degli interni, Pierluigi Consorti, che insegna all’Università di Pisa. Lo abbiamo intervistato

L’allerta è appena un gradino sotto il massimo, in una scala che articola in tre scatti il livello più elevato, denominato Alfa. Siamo in Alfa 2, laddove Alfa 3 indica un attacco terroristico in corso. È dalla strage del Bataclan a Parigi che l’allerta è di questa portata e purtroppo quel che è avvenuto dopo quel tragico 13 novembre 2015 non ha consentito di alleggerire l’allarme. Ecco alcune misure adottate in Italia

L'accoglienza ai profughi, la costruzione della moschea a Firenze, le cause di beatificazione di Dalla Costa e La Pira, oltre al prossimo anniversario dei 50 anni dalla morte di don Lorenzo Milani, sono stati tra i temi toccati dal card. Giuseppe Betori nel corso del consueto incontro con la stampa per gli auguri di Natale, tenutosi stamani in arcivescovado a Firenze.

Secondo gli ultimissimi dati, aggiornati al 31 agosto 2016, acquisiti dalla Polizia di Stato e in possesso  del Ministero dell’Interno, in Italia si contano 4 moschee; 906 luoghi di culto e 341 associazioni per un totale di 1.251. Il primato della maggiore concentrazione lo detiene la Lombardia con 227 luoghi  di culto. Seguono l’Emilia Romagna (196); il Veneto (127); la Sicilia (89) e subito dopo il Lazio (71). Oltre a essere un panorama in continuo divenire, il quadro è estremamente complesso perché presenta caratteristiche di costruzione molto diverse e le differenze sono sostanziali.

L'«iper-estremismo islamico» è «un fattore chiave nel massiccio incremento del numero di rifugiati nel mondo». È uno dei dati salienti del Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo, presentato oggi a Roma, presso la Sala Stampa Estera, da Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs).

«Le religioni non devono mai essere strumentalizzate e mai possono prestare il fianco ad assecondare conflitti e contrapposizioni». È il monito del Papa, durante l’incontro di ieri a Baku con il presidente del Consiglio dei musulmani del Caucaso, i capi religiosi locali della Chiesa ortodossa russa e delle Comunità ebraiche (testo integrale).