Islam

Ultimi contenuti per il percorso 'Islam'

“Il Papa è benvenuto. Noi lo aspettiamo”. Lo dice Salah Ramadan Elsayed, imam della Grande Moschea di Roma, riguardo alla visita annunciata che Papa Francesco dovrebbe fare alla moschea romana e la cui data - dice l'imam - sarà annunciata "prossimamente". A margine di un incontro che si è tenuto oggi alla Cei con i rappresentanti delle comunità islamiche in Italia, l’imam Salah Ramadan Elsayed dice: “Una visita del Papa alla moschea di Roma significa che il rapporto tra le religioni rivelate è forte e vero e che tutti lavoriamo per la pace e la Misericordia e che questo lavoro deve scendere al popolo. Non vediamo l’ora che il Papa arrivi. Sarà per noi un grande onore accoglierlo”. Solo due giorni fa, ad Assisi il Papa e le religioni hanno pregato per la pace e affermato che “solo la pace è santa, non la guerra”. E a questo proposito, l’imam commenta: “Nell’islam, il Corano proibisce di spargere il sangue di qualsiasi persona ed essere vivente. È scritto nei versetti ed è quello in cui noi crediamo. Spargere sangue è il crimine più grave che può commettere un uomo o una donne. Il sangue è sacro e chi uccide, Allah promette per lui il castigo nell’inferno eterno”

Con due meditazioni sulla Misericordia, presentate dal punto di vista islamico e cristiano e alternando la lingua araba e italiana, si è aperto questa mattina a Roma l’incontro tra il gruppo di studio sull’islam dell’Ufficio Cei per l’ecumenismo e il dialogo e i rappresentanti delle maggiori sigle associative dell’islam presente in Italia.

«Dinanzi alla forza prepotente delle armi, la forza debole della preghiera». Con questo «spirito» Assisi si appresta ad accogliere l’incontro internazionale «Sete di Pace. Religioni e Culture in dialogo» dal 18 al 20 settembre a 30 anni dallo storico incontro di preghiera per la pace convocato da Giovanni Paolo II il 27 ottobre 1986.

Era di martedì quell’undici settembre di quindici anni fa. Al di là dell’Oceano mai visto nulla di simile. In venti minuti, fra le nove e le dieci del mattino, uno dopo l’altro due aerei si schiantano sulle Torri Gemelle del World Trade Center di New York che si incendiano e in mezzora crollano su se stesse.

Quella nata in agosto per le ordinanze di alcuni sindaci contro la presenza in spiaggia di donne con indosso il costume integrale (chiamato «burkini») è una polemica assurda. Nei nostri ordinamenti nessuna legge o ordinanza potrà mai vietare di vestirsi in un certo modo - fatte salve decenza e sicurezza - a seconda dell'intenzione per cui si fa...

«Dobbiamo imparare a vivere insieme, e questo vuol dire anche conoscenza dei simboli di altre culture e loro accettazione quando non ledano le esigenze della sicurezza. La paura dell’abbigliamento delle musulmane mi appare strumentale». Lo afferma monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, in un’intervista al «Corriere della sera».

Riempire la Sala Nervi del Vaticano di fedeli musulmani e cristiani che credono nel dialogo. L’idea è di Hamza Roberto Piccardo, esponente di spicco dell«Islam in Italia e tra i fondatori dell’Ucoii (l’Unione delle comunità islamiche d’Italia).