Sanità

Ultimi contenuti per il percorso 'Sanità'

In Toscana lo screening neonatale viene eseguito gratuitamente dal 2004. La Regione, con una delibera dello scorso agosto, ha deciso di ampliarlo a quattro nuove patologie: a tre malattie progressive lisosomiali (Pompe, Fabry e mucopolisarricodosi I) e alle immunodeficienze congenite severe.

Sabato 13 ottobre porte aperte in oltre 100 strutture riabilitative cattoliche e di ispirazione cristiana che accolgono persone con disabilità. Obiettivo: promuovere una cultura dell'accoglienza, della consapevolezza e della trasparenza per abbattere barriere e pregiudizi. Ne abbiamo incontrato cinque.

È vero che sono in diminuzione, ma nel 2017 gli aborti in Toscana sono stati 5.627. Il trend è in discesa tanto per le madri italiane, che hanno effettuato 3.324 interruzioni di gravidanza (-3,1%), che fra le straniere arrivate a 2.284 aborti (-5,9%). Cresce l'età media di chi vi ricorre. Nel 28% dei casi l'ivg è stata effettuata con metodo farmacologico. I dati sono contenuti nella relazione dell'Agenzia regionale di sanità.

Sulla sanità fiorentina arriva un investimento da 24 milioni. Denari dell'azienda sanitaria Toscana centro, ma in parte anche della Regione. Serviranno a ristrutturare il presidio sociosanitario di Lungarno Santa Rosa e a recuperare l'ex ospedale San Giovanni di Dio.  Nel primo edificio vengono confermate le funzioni del distretto sanitario, mentre l'ex nosocomio accoglierà gli uffici dell'assessorato al Diritto alla Salute e al Sociale.

Le neoplasie rappresentano il 29% dei decessi totali e si configurano come la seconda causa di morte in Italia. Il maggior numero decessi (dati 2015) è per neoplasia polmone. Aumentano le possibilità di sopravvivenza con la Toscana al secondo posto per i valori più elevati.

L'Associazione Tumori Toscana A.T.T. ha presentato oggi, in Palazzo Vecchio, Stefano Pioli (Allenatore ACF Fiorentina) come nuovo testimonial. A lui è affidato il messaggio della campagna Mai Soli, rivolta ai malati di tumore, e dei loro familiari, con un altro fattore di fragilità, come un familiare anziano o con malattia cronica, disabilità o dove sia presente un disagio economico.