covid19

Ultimi contenuti per il percorso 'covid19'

“Preghiamo oggi per i defunti, coloro che sono morti per la pandemia; e anche in modo speciale per i defunti – diciamo così – anonimi: abbiamo visto le fotografie delle fosse comuni. Tanti…”. Così Papa Francesco ha introdotto, stamattina, la Messa presieduta a Santa Marta, in diretta streaming, offerta per tutti coloro che soffrono a causa del coronavirus.

Con l’avvicinarsi della Fase 2 Legambiente ha diramato il seguente comunicato. "Si stanno moltiplicando le proposte per la fruizione post-emergenza sanitaria e se grande è, giustamente, la preoccupazione degli operatori turistici, altrettanto grande ci sembra la confusione sotto il cielo con l’accavallarsi di proposte a volte contraddittorie, demagogiche e/o impraticabili. Quella che ci aspetta è una stagione turistica inedita che acutizzerà però problemi storici e cronicizzati e sbaglieremmo a pensare che potremo affrontarla tornando a un’impossibile come prima. Le regole del distanziamento sociale c’imporranno nuove abitudini e nuovi stili di vita che non potranno essere certo risolti con un’ulteriore privatizzazione delle spiagge".

In vista della Fase 2 per l’uscita dall’emergenza Coronavirus e la prossima riapertura dei musei il 18 maggio, Alessandro Ricceri presidente della Fondazione Musei Senesi e Irene Lauretti presidente del Sistema Musei di Maremma, che si sono fatti portavoce di un'istanza condivisa da altri 15 tra musei e sistemi museali toscani, lanciano un appello al ministro per i Beni e le Attività Culturali Dario Franceschini per il rilancio dei musei locali. I due presidenti chiedono al ministro di valorizzare e promuovere queste realtà museali come “patrimonio del paese” al pari dei musei statali in vista della ripartenza delle attività museali e delle mostre. 

Oltre 320 nuovi nati nel 2020 e un percorso nascita organizzato in piena sicurezza per far fronte all’emergenza Covid-19. Seppur in lieve diminuzione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, prosegue l’attività della UOSA Diagnosi prenatale e Ostetricia dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese, anche nel periodo in cui la diffusione del Covid-19 ha imposto una nuova organizzazione dell’ospedale.

Non ricevere ma donare. È lo spirito, dal profumo del tutto evangelico, che contraddistingue la giornata di oggi, nella quale la Chiesa fa memoria di San Giorgio martire. Questa è dunque la giornata nella quale si festeggia l’onomastico di Jorge Mario Bergoglio, Papa Francesco. Il dono del Pontefice è la consegna di respiratori e di materiale sanitario quindi mascherine, occhiali protettivi per i medici e gli infermieri, tute per le terapie intensive, riferisce Vatican News. A beneficiarne saranno alcuni ospedali: quello della città di Suceava, in Romania, focolaio di coronavirus nel Paese, dove sono attesi 5 respiratori di ultima generazione; altri 2 andranno all’ospedale di Lecce, in Italia, e 3 a Madrid, in Spagna.

Il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, considerata la proroga fino al 3 maggio delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 disposta dal Dpcm 10 aprile 2020 e in attesa delle successive disposizioni, annuncia intanto che gli spettacoli iniziali della programmazione dell’LXXXIII Festival del Maggio Musicale Fiorentino non si terranno secondo il calendario atteso.

“Ieri ho ricevuto una lettera di una suora, che lavora come traduttrice nella lingua dei segni per i sordomuti, e mi raccontava il lavoro tanto difficile che hanno gli operatori sanitari, gli infermieri, i medici, con i malati disabili che hanno preso il Covid-19. Preghiamo per loro che sono sempre al servizio di queste persone con diverse abilità, ma non hanno le abilità che abbiamo noi”. È l’intenzione di preghiera con cui il Papa ha iniziato la Messa a Santa Marta, alla vigilia della Domenica della Misericordia.