Scuola e università

Ultimi contenuti per il percorso 'Scuola e università'

Un incontro proficuo con il ministro Gualtieri. Si è svolto ieri, presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, un incontro molto cordiale e proficuo tra le Associazioni delle scuole paritarie, Agidae, Agesc, Cdo Opere educative, Fidae, Fism, Msc Fidae, e il ministro Roberto Gualtieri al quale al sono state sottoposte alcune tematiche centrali relative alla chiusura – per le scuole paritarie no profit – dell’anno scolastico 2019-20 e alla riapertura a settembre per il 2020-21. 

“Una maggiore attenzione” da parte delle scuole cattoliche, rispetto alle statali, per le “iniziative di recupero degli alunni più deboli e di potenziamento di quelli più capaci; una minore presenza di comportamenti disciplinarmente rilevanti da parte degli alunni; un minore tasso di assenteismo degli insegnanti; una maggiore partecipazione dei genitori alla vita della scuola”. 

Intervista a Gabriele Toccafondi, deputato fiorentino di Italia Viva: la ripresa economica deve passare dal lavoro. Per le famiglie ripartiranno centri estivi e oratori. Infine rilancia sugli istituti scolastici paritari che «sono pubblici a tutti gli effetti» e meritano le stesse attenzioni di quelli statali

L’Accademia del Belgio tributerà oggi alla ricercatrice pratese Antonella Fioravanti, 37 anni, il riconoscimento di più promettente giovane scienziato dell’anno. Il premio, per la prima volta assegnato ad una studiosa straniera, le viene assegnato per il suo lavoro di ricerca sull’antrace. Ecco l'intervista che le abbiamo fatto a settembre 2019

La Presidenza della Conferenza episcopale italiana torna a “rilanciare la forte preoccupazione espressa in queste settimane da genitori, alunni e docenti delle scuole paritarie, a fronte di una situazione economica che ne sta ponendo a rischio la stessa sopravvivenza”. Lo si legge in una nota della Presidenza della Cei, nella quale si precisa che “le paritarie svolgono un servizio pubblico, caratterizzato da un progetto educativo e da un programma formativo perseguiti con dedizione e professionalità”.

Un gesto simbolico che vuole provocare un “rumore educativo”, e un “rumore costruttivo”. Con questa motivazione per la prima volta le scuole pubbliche paritarie annunciano un’astensione dalle attività scolastiche per il 19 e 20 maggio. È il grido d’allarme che gli oltre 300 superiori/e maggiori, in qualità di primi responsabili delle loro scuole, hanno lanciato al termine di una tavola rotonda organizzata dalle presidenze nazionali dell’Usmi e della Cism. Due ore di confronto sulla situazione delle tante scuole paritarie che non ce la fanno più a pagare gli stipendi dei docenti e del personale amministrativo.