Scuola e università

Ultimi contenuti per il percorso 'Scuola e università'

Fabio Fortuna, il rettore dell’Università degli Studi Niccolò Cusano ci ha aperto le porte del proprio Campus e ci ha guidati nei corridoi, tra le aule e nei parchi che circondano l’ateneo. Un ateneo che però può essere raggiunto anche a distanza, lasciandosi guidare dai programmi per l’e-learning che all’interno del «Cosmo Unicusano» stanno riscrivendo le leggi e le regole dell’istruzione proponendo per ogni profilo e per ogni studente la migliore soluzione possibile.

Il rapporto tra giovani e social network merita di essere indagato e tra le informazioni più interessanti si va alla ricerca del social media preferito dai giovani. Sono numerosi i social network che si dividono la scena e che vantano milioni di iscritti, ma negli ultimi anni la situazione è cambiata ed i giovani hanno creato nuove tendenze.

La Fondazione Cassa di risparmio di Firenze e Intesa Sanpaolo varano il programma per l'istruzione scolastica ed universitaria #Tuttomeritomio. Il progetto si rivolge a 400 ragazzi meritevoli fra i 17 e i 19 anni provenienti da famiglie in condizioni economicamente svantaggiate delle province di Firenze, Arezzo, Grosseto.

In Toscana nel 2019 le borse di studio continueranno a essere garantite a tutti gli idonei. L'azienda regionale per il diritto allo studio, ad ogni modo, intende mettere in campo interventi supplementari per i disabili, gli appartenenti a famiglie disagiate e anche a beneficio degli universitari che restano tagliati fuori dalle borse per il superamento del requisito Isee.

Obiettivo raggiunto: raccolti fondi per 50 defibrillatori destinati ad altrettante scuole fiorentine. «Il cuore di Firenze» ha ancora una volta dimostrato di essere grande. Così si chiama la grande raccolta fondi - promossa da Montedomini, dalla Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Firenze, dalla Fondazione Santa Maria Nuova Onlus e dall'Istituto degli Innocenti - partita a settembre con una grande cena in piazza Duomo e culminata il 20 febbraio, con l'estrazione del biglietto vincente della lotteria.

Mercoledì scorso, 13 febbraio, presso la sede del ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, è stato firmato l'Accordo tra la Santa Sede e la Repubblica Italiana per l'applicazione della Convenzione di Lisbona sul riconoscimento dei titoli di studio relativi all'insegnamento superiore nella Regione Europea. Ne dà notizia oggi la Sala Stampa della Santa Sede, precisando che per quest'ultima ha firmato il card. Giuseppe Versaldi, prefetto della Congregazione per l'Educazione cattolica, e per l'Italia, il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Marco Bussetti.