Scuola e università

Ultimi contenuti per il percorso 'Scuola e università'

Già oggi sono di più di tutte quelle sostenute nel 2019 e alla fine dell’anno mancano ancora più di tre mesi. Sono 1.706, infatti, i nuclei familiari sostenuti dalla Caritas diocesana dall’inizio dell’anno al 10 settembre, l’8,9% in più di tutti quelli incontrati e seguiti  lo scorso anno e soprattutto +52,5% rispetto allo stesso periodo del 2019. Un quarto di essi (27,1%, pari a 586 nuclei) sono persone che si sono rivolte per la prima volta ai servizi Caritas nel 2020, quasi tutte a partire dal lockdown in poi.

Secondo lo studio Caritas, vi è una stretta correlazione tra fragilità economica delle famiglie e povertà educativa dei più piccoli, che spesso si rilevano i nuovi poveri del domani. L’esperienza dimostra infatti come in Italia la povertà tenda ad incidere maggiormente sui minorenni, sui quali ha anche un effetto più duraturo, compromettendo le possibilità future di emancipazione dalla condizione socio-economica di origine. Per questo, sottolinea il Report, gli interventi migliori per evitare la trasmissione intergenerazionale della povertà sono quelli di carattere preventivo, piuttosto che quelli riparativi. 

Mentre tutti gli alunni d’Italia attendono il suono della campanella del primo giorno di scuola, Unicoop Firenze, fa già suonare la campanella della solidarietà. Grazie al supporto di Fondazione Il cuore si scioglie onlus, Caritas Toscana e oltre 200 associazioni del territorio, sabato 12 settembre in 42 supermercati Coop, sarà organizzata una giornata in cui soci e clienti verranno invitati ad acquistare e donare quaderni, penne, matite e tutto il materiale necessario in uno zaino di scuola. 

È l'educazione il tema approfondito questo mese da Caritas italiana e Focsiv nell'ambito della Campagna “Dacci oggi il nostro pane quotidiano", per sensibilizzare sugli effetti negativi della pandemia e raccogliere fondi per finanziare 66 progetti in Africa, Asia, Medio Oriente e America Latina. Tra questi, centri di alfabetizzazione nella diocesi di Gibuti e centri giovanili dei Giuseppini del Murialdo in Colombia

Si sono appena diplomati i primi studenti dell’istituto secondario “Papa Francesco” nel quartiere di Mikondo alla periferia di Kinshasa, capitale della Repubblica democratica del Congo. La scuola, inaugurata nel 2015, è stata costruita dall’Associazione Semi di pace International di Tarquinia (Vt) con fondi Cei 8xmille, per un progetto da circa 250mila euro.