Scuola e università

Ultimi contenuti per il percorso 'Scuola e università'

Lavoro, economia, integrazione, politica, educazione, famiglia. Sono alcuni dei temi affrontati dalla Settimana sociale dei cattolici toscani del maggio scorso. E che saranno di nuovo al centro sabato 30 novembre quando verranno presentati gli Atti del lavoro svolto e l’Agenda di Speranza che contiene le sfide da affrontare. Antonio Maria Baggio, professore di filosofia politica all’istituto universitario «Sophia», cercherà di fare la sintesi sabato prossimo.

Nati da relazioni extra coniugali, vissero comunque una vita privilegiata, allevati a corte e sepolti nelle cappelle di famiglia: parliamo di Gianfrancesco Maria (1619-1689) e Antonfrancesco Maria (1618-1659), figli illegittimi dei Medici, esponenti minori della dinastia dei Granduchi di Toscana, di cui adesso, grazie a uno studio archeologico e paleopatologico condotto dall’Università di Pisa, sono stati esaminati i resti. 

Si arricchisce di una nuova misura l'impegno della Regione per sostenere la scuola dell'infanzia. Per l'anno scolastico in corso ha infatti stanziato 1,5 milioni di euro per buoni scuola che le famiglie con Isee inferiore a 30.000 euro possono utilizzare per ridurre la tariffa per la frequenza da parte dei loro figli di scuole dell´infanzia paritarie private e degli enti locali (3-6 anni).

Vocabolario ridotto e fonologia deficitaria, sono i tratti distintivi del disturbo fonologico, una variante dei disturbi specifici di linguaggio che oggi interessano il 7% dei bambini. Un fenomeno frequente e da non sottovalutare se si considera che siamo in assenza di altri deficit cognitivi o sociali in grado di spiegare questo tipo di problema e se si considera che il disturbo fonologico può essere avvertito socialmente come un disagio dal momento che in questi casi capita spesso che il bambino nell’esprimersi risulti incomprensibile agli altri, perché elabora frasi correttamente strutturate ma contenenti numerosi errori fonologici.