Scuola e università

Ultimi contenuti per il percorso 'Scuola e università'

Approvato il nuovo regolamento regionale per i servizi all’infanzia. La Toscana compie un nuovo passo avanti nella qualificazione dei propri servizi rivolti ai bambini di età compresa tra i 3 mesi ed i 3 anni. Il nuovo regolamento introduce novità riguardo alla qualificazione del personale che opera nei nidi, al rapporto numerico tra educatori e bambini, alle caratteristiche delle strutture e punta molto sull’armonizzazione tra i servizi creando un Coordinamento gestionale e pedagogico di ambito comunale e zonale.

Si è riunita alla centrale Enel di Santa Barbara, a Cavriglia (Ar), la Giuria regionale di «Play Energy», il concorso che Enel promuove nelle scuole d’Italia e del mondo. In Toscana hanno partecipato più di 350 scuole: due premi su tre a livello regionale vanno a scuole fiorentine con la primaria Calvino di Firenze e la seconda di I grado E. Fermi di Scandicci.

 Buone notizie, dalla Regione, per le famiglie toscane con figli in età pre-scolastica: l’assessorato all’Istruzione conferma, nelle scuole dell’infanzia (3-6 anni), le “sezioni Pegaso” già stabilite negli anni precedenti e ne aggiunge una quarantina (si tratta di quelle sezioni tenute aperte esclusivamente grazie a finanziamenti regionali che consentono di retribuire gli insegnanti).

Tre milioni e mezzo per il diritto allo studio scolastico. Per l’anno scolastico 2013/2014 li mette a disposizione la Regione Toscana approvando gli indirizzi necessari per la concreta assegnazione alle famiglie bisognose. «La Toscana – commenta Stella Targetti, vicepresidente con delega all’istruzione – conferma in pieno non solo il senso degli indirizzi ma anche il peso delle sue risorse. Una scelta non facile e non scontata ma inevitabile per chi, come noi, crede nella scuola».