Servizi

Ultimi contenuti per il percorso 'Servizi'

La riorganizzazione della consegna sta producendo effetti negativi sul recapito di Toscana Oggi. A Prato è entrata in vigore il 27 giugno: i nostri abbonati pratesi si lamentano di non ricevere più il giornale. In molti lettori la rabbia è tanta per la perdita di un servizio considerato pubblico ed essenziale.

L’aumento delle tariffe energetiche pesa sui conti delle famiglie ma anche sui costi delle imprese e rende più onerosa la produzione. Così la Coldiretti nel commentare gli aumenti di luce e gas che scatteranno da luglio secondo quanto stabilito dall’Autorità per l’Energia con un aggravio per l’elettricità del 4,3,% e per il gas dell’1,9%. 

Le immagini della voragine sul Lungarno Torrigiani hanno fatto il giro del mondo. Tante anche le polemiche che ne sono nate. Sul banco degli imputati è finita da subito Publiacqua, la spa a capitale misto pubblico-privato che gestisce il servizio idrico integrato per l'Ato 3 Medio Valdarno. Abbiamo intervistato il presidente di Publiacqua, Filippo Vannoni.

Non si ferma la geotermia toscana di Enel Green Power, non solo per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile che provvede a circa il 27% del fabbisogno elettrico regionale, ma anche per il grande valore che va sempre di più assumendo dal punto di vista culturale e turistico. I dati ufficiali 2015 sul turismo geotermico, infatti, rivelano che sono state quasi 60.000 le persone che si sono recate in visita nei luoghi della geotermia toscana.

La Toscana non conta solo buone ed apprezzate università, che sono a volte anche il motivo alla base delle scelta di alcune multinazionali di investire nella regione, università giudicate eccellenti per la ricerche, i laboratori, le aule e biblioteche. Le università toscane si fanno apprezzare nelle classifiche nazionale anche per la qualità e quantità dei servizi, ovvero sopra tutti mensa, alloggi e borse di studio. 

Non si arresta la corsa green della geotermia toscana di Enel Green Power, che continua a far segnare primati positivi per le rinnovabili e l’economia della regione. Il 2016 della geotermia, infatti, si è aperto con un nuovo record assoluto relativo alla produzione da fonte geotermica nell’anno solare 2015: le 34 centrali geotermiche in esercizio nel 2015 hanno fatto registrare una produzione di 5.820 GWh, dato che supera il primato dell’anno precedente quando la produzione era stata di 5.548 GWh.

«Dei 4500 scarichi fognari censiti in Toscana, solamente circa 1300 vanno ai depuratori, gli altri sversano liquami e acque inquinate direttamente nei fiumi o in mare, in molti casi con valori che vanno ben oltre il limite fissato per legge dieci anni fa» afferma Tommaso Fattori capogruppo in regione di Sì -Toscana a Sinistra e membro della Commissione Ambiente.