Servizio civile

Ultimi contenuti per il percorso 'Servizio civile'

«Vi esprimo riconoscenza e ammirazione da parte della Chiesa. Una Chiesa che ha compiuto un lungo cammino per tornare a quell'amore altro che San Massimiliano ha incontrato e che lo ha portato al martirio». Lo ha detto oggi mons. Roberto Filippini, vescovo di Pescia e delegato della Conferenza episcopale toscana per la Pastorale della carità, aprendo a Firenze l'annuale incontro dei giovani in servizio civile degli enti aderenti al Tesc (Tavolo ecclesiale sul servizio civile), che riunisce 18 organismi, associazioni ed enti cattolici impegnati in questo ambito.

Prosegue l'impegno di Caritas italiana in progetti di servizio civile. «Dal 1977, con i primi due obiettori di coscienza in seguito alla convenzione con il Ministero della Difesa, sono stati quasi 100.000 i giovani obiettori in servizio civile nelle Caritas diocesane, cui si aggiungono dal 2001 oltre 10.000 ragazzi e ragazze del nuovo servizio civile nazionale - ricorda una nota -. In questo solco si inseriscono i nuovi 1.194 volontari, di cui 748 donne (quasi il 63%) e 446 uomini, che da oggi sono coinvolti per 12 mesi in 195 progetti presso 588 sedi».

Duecento giovani attivi in progetti di servizio civile nelle realtà del terzo settore sono stati protagonisti delle prime due giornate del Festival italiano del Volontariato di Lucca. E di servizio civile si è parlato in numerosi incontri che hanno animato lo stand del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale dentro la tensostruttura di Piazza Napoleone. Sullo sfondo la prospettiva del servizio civile universale e la riforma in atto che sta cambiando questo prezioso strumento di partecipazione dei giovani dai 18 ai 28 anni.

«Sentitevi orgogliosi, forti, capaci di poter cambiare la realtà in cui vivete. Contribuite a costruire una casa nuova, abitabile per tutti e mettete in ballo tutta la vostra creatività e disponibilità». Questo l’invito che il card. Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento e presidente di Caritas italiana ha rivolto a centinaia di giovani in servizio civile che stanno partecipando oggi al XIII incontro nazionale in corso a Sotto il Monte (Bergamo), l’evento annuale che riunisce i volontari del Tavolo ecclesiale sul servizio civile nella ricorrenza del 12 marzo, festa di San Massimiliano, martire per obiezione di coscienza.

Al via due nuovi bandi della Regione Toscana per il servizio civile regionale per 994 giovani. Pubblicati sul Bollettino ufficiale della Regione, i due bandi sono finanziati con risorse del Fondo Sociale Europeo (Por Fse 2014-2020) e rientrano nell'ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani. Rimarranno aperti dal 1 febbraio fino alle ore 14 del 2 marzo, giorno di scadenza per la presentazione delle domande.