Social network

Ultimi contenuti per il percorso 'Social network'

Oltre il 22% dei giovani che frequentano le scuole superiori presenta un rapporto disfunzionale con il web. È il dato che emerge da uno studio effettuato presso la Fondazione policlinico universitario «A. Gemelli» Irccs - Università Cattolica del Sacro Cuore e pubblicato sulla prestigiosa rivista «Frontiers in Psychiatry».

Taglio del nastro giovedì 21 al Giardino delle Rose di Firenze. Tra gli eventi clou la cena sul Ponte di Mezzo a Pisa, il concerto di Loredana Bertè a Livorno, l'itinerario del gusto all'Anfiteatro romano di Arezzo. Tutti gli eventi su www.arcobalenodestate.it. I partecipanti al primo blogtour di Arcobaleno racconteranno l'estate toscana sui social.

I quasi novanta giorni di stallo nella formazione del nuovo governo sono stati caratterizzati anche da un crescendo di commenti arroganti o offensivi sui social, senza alcun rispetto per le opinioni. «La sostituzione della “vecchia politica” con questa nuova che fa della rabbia e dell’insulto il suo pane quotidiano - scrive un lettore -, è la garanzia per la prosecuzione della crisi in Italia altrui».

Tutti col naso da maiale e gli occhiali finti, con cartelli con scritto «caso patologico totalmente isolato», all'uscita degli studenti del liceo Galileo in via Martelli, a Firenze: con questo flash mob la Flc Cgil di Firenze, alcuni docenti e studenti hanno voluto ribadire che «come afferma la nostra Costituzione, il fascismo, sotto qualsiasi forma si ripresenti, è un reato».

Entra in vigore oggi il «Regolamento generale sulla protezione dei dati personali» (Gdpr, General data protection regulation). Nell'era digitale occorrono nuove forme di tutela della vita personale, ma anche - dopo lo scandalo Cambridge Analytica - della democrazia (elezioni Usa con interferenze russe...). 

Il caso Facebook-Cambridge Analytica, sta avendo l’indubbio merito di portare in primo piano un tema cruciale per le nostre vite iperconnesse: che fine fanno i nostri dati? Una questione che per troppo tempo è rimasta argomento di nicchia e per esperti, mentre lo scambio e l’utilizzo di dati che ci riguardano (non solo quelli online) è ormai qualcosa che determina il nostro vivere in società, dall’economia, all’informazione, alla politica, alle più comuni attività quotidiane.