Spettacoli

Ultimi contenuti per il percorso 'Spettacoli'

«Eravamo a cena a casa di Conti per le feste di Natale: Io, Panariello e Masini. E chiaccherando del più e del meno, si è parlato di Nuti. E ci siamo detti: che gli si regala per i su 59 anni? Ci vorrebbe proprio una bella serata dedicata al nostro maestro. Da veri fan!». Così ha esordito Leonardo Pieraccioni nel corso della conferenza stampa di questa mattina all’Obihall di Firenze, durante la quale, i quattro amici toscani hanno presentato lo spettacolo «Buon compleanno Francesco Nuti», di cui saranno protagonisti, in onore dell’attore, regista e produttore pratese vittima nel 2006 di un incidente domestico che lo ha lasciato a lungo in coma.

Sabato 14 settembre dalle ore 21 e domenica 15 settembre dalle ore 17 fino a tarda sera, va in scena tra Certaldo Alto e il paese basso il più grande evento corale delle celebrazioni:“La grande opera”, un originale “corteo storico interattivo” con quasi 200 cittadini-attori che si esibiscono in un vero e proprio spettacolo a cura dell'Associazione Elitropia, regia di Riccardo Diana, scenografie Maria Toesca, coreografie Camilla Diana, costumi Marina Sciarelli.

Tutto esaurito, sabato a Lucca, per lo spettacolo La Divina Commedia in concerto. Anche per il musical ideato da monsignor Marco Frisina, compositore di fama internazionale e presidente della Commissione diocesana per l'Arte sacra ed i beni culturali in Laterano, in programma il 14 settembre alle 21 nella chiesa di San Francesco, si è registrato l’ennesimo “sold-out”.

Quarta edizione per la Notte Bianca di Firenze, il prossimo 30 aprile. Il ricco programma, a cura del direttore artistico Felice Limosani, si ispira simbolicamente al celebre libro di Richard Bach, Il gabbiano Jonathan Livingston, (1970) mettendo in scena il tema “volare” inteso come un'interpretazione dai significati metaforici, suggestivi e fantasiosi. Così il cuore di Firenze verrà coinvolto con grandi installazioni, performance, musica e proiezioni in ogni piazza, strada e angolo della città.

Questa edizione di «Sanremo», affidata al duo Fazio-Littizzetto, è stata vista ogni sera da quasi 12 milioni di telespettatori. Un successo quindi. Ma guardiamo cosa è «passato» come messaggio dalla kermesse canora.

«La nuova me» trasmissione di Mtv ci mostra una ragazza come tante che si mette nelle mani di tale Louise Roe, modella inglese, e in una settimana subisce una trasformazione, estetica e non solo, che la farà diventare assai più ... sveglia.

Indubbiamente Robert Redford è una personalità di spicco nel panorama del cinema americano. Soprattutto perché, finiti i tempi del divo bello e romantico, ha cominciato a riflettere sulle cose e, da regista, a non esitare davanti a tematiche un po’ scomode, un po’ controcorrente, sempre sospinte da un sincero anelito alla democrazia. Oggi «La regola del silenzio» conferma le sue qualità, anche in un caso in cui il terreno era disseminato di ostacoli che vanno dalla retorica al melodramma alla tentazione di sputare sentenze.