Cinema

Ultimi contenuti per il percorso 'Cinema'

L’Associazione nazionale circoli cinematografici italiani (Ancci) e l’Associazione cattolica esercenti cinema (Acec) lanciano nel mese di marzo – da sempre dedicato alla donna – l’iniziativa “Protagoniste. Le donne del cinema tra identità e sguardo”, che punta l’attenzione sul cinema “delle donne”, che esiste, pur non trovando adeguati spazi di visibilità nel discorso pubblico mainstream.

Tra Los Angeles e New York, con premiazioni in streaming, si è tenuta dunque la 78aedizione dei Golden Globe, i premi della Hollywood Foreign Press Association, considerati l’anticamera degli Oscar (il 15 marzo saranno svelate le candidature agli Academy Awards). E i “Globes” quest’anno hanno incoronato in particolare il film “Nomadland” e la sua regista Chloé Zhao, come pure le serie Netflix “The Crown” e “La regina degli scacchi”

George R. R. Martin e Il trono di spade, Sherlock con Benedict Cumberbatch, Lovecraft Country dal romanzo di Matt Ruff. Sono solo alcuni esempi dello stretto legame tra editoria e serialità, una forte alleanza esplorata nella cover story del numero di marzo della Rivista del Cinematografo (disponibile dal 1° marzo), con la copertina illustrata da Antonio Zeoli.

La chiusura delle sale ha penalizzato anche il ritorno sugli schermi di Sophia Loren che lo scorso anno è uscita dall’isolamento svizzero per recitare nel film di suo figlio Edoardo Ponti La vita davanti a sé (visibile su Netflix). Si tratta del secondo adattamento per il cinema del bellissimo romanzo omonimo di Romain Gary, premio Goncourt 1975, pubblicato, però, con lo pseudonimo di Émile Ajar (per aggirare il regolamento che impediva allo stesso autore, già vincitore nel 1956, di concorrere di nuovo).