Musica

Ultimi contenuti per il percorso 'Musica'

«Oggi voglio andare al mare, anche se non è beeello». Quante volte abbiamo sentito in radio questo ritornello: e adesso il tormentone di Coez arriva a Firenze. A pochi mesi dall’uscita del nuovo album «È sempre bello» (Carosello Records) approda giovedì 7 novembre (ore 21) al Mandela Forum, per uno dei concerti più attesi della stagione indoor. Portavoce della sua generazione e simbolo del nuovo cantautorato italiano, Coez (vero nome: Silvano Albanese) propone due ore di musica.

Festa della chitarra al Conservatorio Franci di Siena che da mercoledì 16 a venerdì 18 ottobre ospita l’ultimo appuntamento del Festival delle Sei Corde. Tre giorni di masterclass, concerti, seminari e approfondimenti con ospiti giovani musicisti e grandi Maestri, come Stefano Grondona, uno dei chitarristi più importanti al mondo, nominato da Andrés Segovia come uno dei suoi quattro allievi più significativi. Il festival è un progetto curato da Marco Del Greco, professore dell’Istituto «Rinaldo Franci» di Siena. 

 Marina Rei & Paolo Benvegnù, il filosofo Massimo Cacciari e il professore Maurizio Ghelardi, Keith & Julie Tippet, la musica rinascimentale di Alessandro Di Puccio e Giulio Ottanelli, Gaia Nanni e Daniela Morozzi, gli Handlogic, band vincitrice del rock contest  2016 e una grande chiusura all’alba con lo spettacolo dei Dervisci Rotanti di Galata, dichiarati Patrimonio Unesco: sono questi i protagonisti di venerdì 27 e sabato 28 settembre di «Genius Loci», terza edizione del festival che porta il pubblico alla scoperta dello «spirito del luogo» del complesso monumentale di Santa Croce, attraverso musica, danza, arte e parola.

A scuola di fiati al Conservatorio Rinaldo Franci di Siena che da giovedì 3 a martedì 8 ottobre ospita masterclass e concerti con musicisti di fama internazionale. Per la prima volta il Franci, in collaborazione con l'Accademia Musicale Chigiana organizza il «Festival Fiati» con ospiti i Maestri Radek Baborak al corno, Christian Schmitt e Mario Dani all’oboe. 

Giunto a 70 anni il cantante statunitense non smette di narrare in musica l'amore e lo smarrimento, la solitudine, la famiglia e l'inesorabile scorrere del tempo. Consapevole che l'America vive un tempo di divisione, il Boss sceglie di mettersi in dialogo con il momento storico del Paese senza impantanarsi nel brutto e lasciar morire gli ideali del West. E senza dimenticare la dimensione religiosa.