Olimpiadi

Ultimi contenuti per il percorso 'Olimpiadi'

Sono finiti anche i XVI Giochi Paralimpici di Tokyo 2020. Il lungo periodo sportivo giapponese è terminato ieri con una manifestazione trionfale per i colori azzurri. Le 69 medaglie conquistate dagli atleti italiani (14 ori, 29 argenti e 26 bronzi) certificano una evoluzione incredibile del movimento sportivo paralimpico, con i molti piazzamenti giunti dai 115 atleti - di cui 69 esordienti - che rappresentano quel 15% di popolazione italiana composto da “persone con disabilità”

Mentre le Olimpiadi si concludono con un record di medaglie per l'Italia, c’è un’altra olimpionica che sta facendo parlare di sé, la campionessa di salto in alto di Mosca 1980, Sara Simeoni. Per questi Giochi, però, è impegnata in televisione e tra un commento tecnico e qualche battuta è diventata uno dei volti più noti e amati delle Olimpiadi. Il Sir l'ha intervistata chiedendole un bilancio della spedizione azzurra

Il Coni ha inviato una lettera al Comitato olimpico internazionale presentando la candidatura unitaria di Cortina e di Milano alle Olimpiadi invernali del 2026. Un passo che ovviamente ha scatenato l'ira di Torino - esclusa a meno di sorprese dell'ultimo minuto -, la felicità di Lombardia e Veneto e la polemica politica.

«Avete vissuto un’esperienza di straordinaria intensità, entusiasmante per tutti voi. Non è stato soltanto un evento sportivo: le Olimpiadi e le Paralimpiadi sono un momento di raccolta della convivenza umana, un momento e un’occasione di pace, e lo si è visto in quei giorni». Lo ha affermato questa mattina il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ricevendo al Quirinale gli atleti azzurri di ritorno dai Giochi olimpici e paralimpici di PyeongChang per la cerimonia di restituzione del Tricolore.