Tempo libero

Ultimi contenuti per il percorso 'Tempo libero'

L’edizione 2019 di «Murabilia» sulle mura di Lucca si annuncia la più ricca di sempre. Per gli amanti di piante, giardini, vita all’aria aperta e atmosfere naturali è pronto un menu assolutamente speciale, con la complicità del tema di questa diciannovesima edizione, «Sguardi a Oriente: Giappone». Non può essere diversamente, visto che il Giappone, i suoi giardini, la sua flora e il suo culto della natura offrono ricette originali e straordinarie per accontentare tutti i palati. Il prossimo venerdì, dunque, e per tutto il fine settimana del 7 e 8 settembre, Lucca sarà al centro dell’attenzione nazionale con le appetitose proposte messe a punto dall’organizzazione di Lucca Crea srl, la società del Comune che da quest’anno è subentrata ad Opera delle Mura nell’organizzazione della manifestazione. Questa mattina a Palazzo Orsetti si è svolta la conferenza stampa di presentazione con l'assessore alla Cultura del Comune di Lucca Stefano Ragghianti, il membro del cda di Lucca Crea srl Aldo Gottardo e il curatore della manifestazione Giuseppe Benedetti.

Oltre 250 atleti da tutta Italia sono in arrivo in Toscana per disputare i Campionati Nazionali di Bocce Over, in programma il 31 agosto e 1° settembre. Il sabato si svolgeranno le eliminatorie sui campi delle province di Firenze, Lucca, Pistoia e Prato, domenica mattina ci saranno le semifinali e finali al Bocciodromo di Pieve a Nievole. Si tratta di un’importantissima manifestazione boccistica, reintrodotta in questa stagione sportiva e rivista per l’occasione. Saranno disputate infatti due gare: Over 60 a coppia, già presente in passato, ma anche Over 50 individuale, una novità assoluta. Federazione Italiana Bocce ha assegnato l’organizzazione al Comitato Regionale Toscana, che se ne è occupato con orgoglio e impegno assieme alla Bocciofila Pieve a Nievole.

È un’occasione unica per la visita di antiche dimore che normalmente non sono accessibili. È la Giornata nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane che quest’anno, alla sua nona edizione,  cade domenica 19 maggio e che oltre all’apertura di residenze, castelli, ville e casali prevede, in ogni regione, l’organizzazione di convegni, mostre, iniziative culturali che mettono in risalto il ruolo dei proprietari di beni culturali soggetti a vincolo al cui impegno si deve la custodia e la manutenzione degli immobili e dei giardini e nel caso delle dimore rurali anche del paesaggio circostante.

Il percorso «Gli Arcivescovi di Pisa e il loro palazzo», presentato dall'ufficio Beni culturali ecclesiastici, in collaborazione con l'Archivio storico diocesano, la Biblioteca Cateriniana e la Biblioteca cardinal Maffi, si propone di approfondire il clima culturale della città attraverso le vicende degli Arcivescovi e del loro Palazzo dalle prime attestazioni della sede vescovile nell'ottavo secolo fino ai primi anni del Novecento. L'iniziativa prevede visite guidate gratuite all'interno dei tre istituti, volte alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio archivistico e librario della Diocesi.

Ad Arezzo l’estate si muove a tempo di lirica con il 64mo Festival Puccini. Tra luglio e agosto, il suggestivo anfiteatro romano diventa insolito palcoscenico per tre appuntamenti all’insegna della grande musica. Il calendario organizzato dalla Fondazione Guido d’Arezzo con il patrocinio del Comune di Arezzo, è reso possibile grazie alla disponibilità del prestigioso Festival Puccini di Torre del Lago che ha deciso straordinariamente di replicare «in trasferta» alcune sue produzioni.

Il conto alla rovescia è iniziato. Tutto pronto per la 6ª edizione di Toscana Arcobaleno d’Estate, l’iniziativa promossa dalla Regione Toscana con il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana, ANCI e EBITT - Ente Bilaterale Turismo Toscano in collaborazione con i media partner QN-La Nazione e Il Telegrafo, per lanciare ufficialmente la stagione estiva. L’edizione 2018 si tiene dal 21 al 24 giugno, un lungo weekend di festa dedicato ai turisti e ai toscani che avranno l’opportunità di testare il meglio dell’offerta regionale. Il cartellone comprende concerti, degustazioni, mostre con particolare attenzione alle eccellenze toscane, dalle bellezze culturali e paesaggistiche ai prodotti enogastronomici. «La prima cosa bella» è il tema dell’edizione 2018 di Toscana Arcobaleno d’Estate. Il filo conduttore di questa edizione sarà la ricerca di tutte le «prime cose belle» della Toscana: dal fascino della natura alla convivialità del buon cibo locale, genuino e sostenibile, nell’anno della sua celebrazione nazionale.

Un ciclo di conferenze per mettere al centro il ruolo della persona anziana all'interno di una società in rapido mutamento sul piano demografico, sociale, economico, del lavoro e del rapporto tra le generazioni. Questo l'obiettivo dei tre incontri organizzati dalla «50&Più» di Firenze dal titolo «L'avventura di essere un anziano... Attivo, Consapevole, Utile» che si terranno presso la Sala Conferenze della Biblioteca delle Oblate di Firenze (Via dell’Oriuolo, 24) con ingresso aperto a tutta la cittadinanza.

È stata inaugurata la XXIX edizione della mostra «Antiche Camelie della Lucchesia», che si svolge nel Borgo delle Camelie che comprende i paesi di S. Andrea e Pieve di Compito a Capannori, in provincia di Lucca. L’evento, promosso dalla Cooperativa Centro culturale compitese di concerto con l’amministrazione comunale, si prepara a festeggiare il trentesimo anniversario, che cadrà nel 2019, con una serie di allettanti novità, a partire dall’estensione della kermesse anche nel week-end pasquale, momento ideale per una gita fuori porta. L’evento coinvolge anche altre frazioni di Capannori, le sue ville, la Villa Reale di Marlia e saranno aperti i giardini di Villa Torrigiani, Villa Mansi, Villa Grabau e Villa Oliva. Delegazioni italiane e straniere partecipano alla manifestazione tra cui quella del castello di Pillnitz, quella giapponese e la delegazione della Società internazionale della camelia.

Sabato 24 e domenica 25 marzo tornano in tutta Italia le Giornate Fai di Primavera, un grande appuntamento con l’arte e la bellezza del nostro patrimonio. Due giornate dedicate alla scoperta di luoghi che anche nella nostra regione aprono straordinariamente le porte ai cittadini, un evento reso possibile grazie all’impegno dei volontari del Fai e che quest’anno vedrà complessivamente l’apertura di mille siti in tutto il nostro Paese ed il coinvolgimento di 40.000 studenti delle scuole medie superiori.