Terzo settore

Ultimi contenuti per il percorso 'Terzo settore'

Nessun superstite, 157 morti tra cui otto italiani, impegnati nel mondo della cooperazione: è il terribile bilancio del tragico incidente aereo avvenuto in Etiopia. Tra i morti italiani anche una coppia originaria di Sansepolcro: Carlo Spini, 75 anni e la moglie Gabriella Vigiani. Il cordoglio del Papa.

«La presidenza del Consiglio integra la cabina di regia prevedendo la presenza del Portavoce del Forum nel principale strumento di governance della riforma. A nome di tutto il Forum del Terzo settore voglio esprimere la soddisfazione per questa scelta». Così Claudia Fiaschi, presidente del Forum, commenta l’ingresso nell’organismo di Palazzo Chigi che «dovrà concretamente monitorare l’applicazione della legge di riforma e i suoi decreti attuativi».

«Combattere la povertà e mettere questo obiettivo come fondante del contratto di governo è una scelta condivisibile. Siamo convinti però che per raggiungere in pieno l'obiettivo sia importante valorizzare al meglio le istituzioni locali a partire da Comuni e Regioni e gli enti e le associazioni del Terzo settore che lavorano sul territorio a stretto contatto con chi ha bisogno». Così Claudia Fiaschi, portavoce del Forum del Terzo settore a conclusione dell'audizione al Senato in cui sono stati ascoltati i rappresentanti della Alleanza contro la povertà di cui il Forum è socio fondatore.

Durante la conferenza stampa tenuta oggi a Palazzo Chigi, dopo il rientro in Italia di Cesare Battisti, il premier Conte rispondendo a domande dei giornalisti ha parlato delle modifiche alla tassazione Ires per il terzo settore, mentre ritiene già chiarite alcune criticità sollevate dai sindaci sul decreto sicurezza. Sulla Tav no al referendum.

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha incontrato oggi quanti sono impegnati nell'accoglienza dei migranti rilanciando un tavolo tra Comune, mondo del lavoro, sindacati e terzo settore per affrontare i problemi che porta con sé il decreto sicurezza. E manda un messaggio al Prefetto: «no ai grandi Cas».

Nel suo quarto messaggio di fine anno, in diretta tv dallo studio del Quirinale, Sergio Mattarella ha iniziato con l'invito a «sentirsi «comunità», ovvero condividere valori, prospettive, diritti e doveri, «pensarsi» dentro un futuro comune, da costruire insieme». Ma poi ha toccato i temi caldi, dall'aumento dell'Ires al terzo settore ai tempi compressi dell'approvazione della legge di bilancio.