Toscana

Ultimi contenuti per il percorso 'Toscana'

Concluso lo spoglio per le Europee e in attesa di quello delle Comunali (dalle 14 di oggi) emerge già l'affermazione della Lega che ha quasi raggiunto il Pd. Male i 5stelle, anche rispetto a cinque anni fa e Forza Italia che oramai ha quasi la consistenza di Fratelli d'Italia. Il Pd regge bene a Firenze, dove la Lega ottiene 11 punti in meno che nella regione. A Prato, Lega in testa. A Livorno il M5s non supera il 17%.

È una tornata decisamente importante per i Comuni toscani. Se tra i capoluogo di provincia ce ne sono solo tre, sono comunque le prime tre città per abitanti della Regione. Ecco come si presentano i tre confronti a Firenze, Prato e Livorno. Complessivamente, tra le 189 amministrazioni al voto, ben 35 hanno più di 15 mila abitanti.

I forzisti Mugnai e D'Ettore hanno fatto sapere ieri che il premier Conte avrebbe avviato una procedura di diffida al governatore toscano Rossi per il «buco» accumulato nella sanità, minacciando di commissariarla. Rossi ha subito replicando parlando di lettera «datata» e di «diffida ingiustificata» e discriminante, alla luce dei conti reali della sanità toscana.

Siamo ad un punto senza precedenti nella cura dei tumori. Solamente 10 anni fa nessuno avrebbe immaginato di arrivare dove siamo giunti oggi, con risultati confortanti in aree di patologia che non lasciavano speranze di guarigione. Merito della ricerca, dei risultati della chirurgia, della radioterapia, delle terapie sistemiche e della loro integrazione, ma anche grazie ad un’organizzazione delle cure – con le reti oncologiche, i PDTA, gli approcci multidisciplinari, gli Irccs d’eccellenza – che si è ormai strutturata in modalità così efficace e appropriata da diventare paradigma virtuoso anche per altre aree terapeutiche. Sappiamo però che ancora qualcosa manca, per poter dire: il cancro è definitivamene una malattia curabile e cronicizzata. Ma cosa manca? A partire da questa domanda è stato promosso il Cracking Cancer - Prospettive e Impatti, un progetto di ricerca, dialogo e comunicazione sulla lotta al cancro e sulle sue implicazioni economiche, organizzative, culturali e sociali i cui protagonisti si confronteranno a Firenze durante il primo Cracking Cancer Forum (9/10 maggio 2019 – Fortezza da Basso).

È un’occasione unica per la visita di antiche dimore che normalmente non sono accessibili. È la Giornata nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane che quest’anno, alla sua nona edizione,  cade domenica 19 maggio e che oltre all’apertura di residenze, castelli, ville e casali prevede, in ogni regione, l’organizzazione di convegni, mostre, iniziative culturali che mettono in risalto il ruolo dei proprietari di beni culturali soggetti a vincolo al cui impegno si deve la custodia e la manutenzione degli immobili e dei giardini e nel caso delle dimore rurali anche del paesaggio circostante.