Arezzo

Ultimi contenuti per il percorso 'Arezzo'

Nella gestione del Covid-19, che ha visto l’integrazione di molti attori nel territorio ed in ospedale, si è aggiunta una risorsa terapeutica molto importante  che riguarda gli anticorpi monoclonali che hanno l’obiettivo di evitare complicanze in pazienti che hanno l’infezione da Sars-Cov2 e che allo stesso tempo hanno delle patologie croniche che ne potrebbero favorire un evoluzione sfavorevole.

Un contributo importante e duraturo. L’occasione è stata la terza serata, nel corso di questa annata, in cui i volontari del Rotary Club Arezzo hanno offerto e servito una cena speciale ai fruitori della mensa Caritas in San Domenico. Ma l’evento di ieri, venerdì 21 maggio, non si è limitato a questo pur prezioso servizio.

Si chiama Tiziano Barbini, ha la sindrome del cromosoma 15 ad anello, fa l’attore ed è orgogliosamente aretino. È lui il testimonial della nuova campagna promozionale “Arezzo secondo Tiziano” con cui la Fondazione Arezzo Intour intende rilanciare la destinazione turistica Arezzo.

“Confidiamo che la morte del capomissione italiano porti con sé un sempre maggior coinvolgimento del nostro Governo, insieme all’Unione europea, per non ignorare le sofferenze dell’Africa”. Lo ha detto l’arcivescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro, mons. Riccardo Fontana, nell’omelia della messa, celebrata ieri in cattedrale, in suffragio dell’ambasciatore Luca Attanasio, del carabiniere Vittorio Iacovacci e del loro compagno di viaggio, l’autista Mustapha Milambo, morti nella Repubblica democratica del Congo, mentre assicuravano aiuti alimentari, in una missione Onu, a quanti in Africa sono provati dalla carestia.

Domenica 28 febbraio, alle ore 18, nella Chiesa Cattedrale di Arezzo “ci riuniremo a pregare con i cristiani e, specialmente, con quelli originari dell’Africa che vogliono affidare al Signore questi degni della nostra Nazione italiana – afferma il vescovo Riccardo. Esprimiamo profondo cordoglio alle rispettive famiglie assicurando ad ognuna tutta la nostra vicinanza spirituale”. 

Una presenza costante "che mi ha accompagnato durante tutta la malattia e ha dato un senso alla sofferenza": così il cardinale Gualtiero Bassetti racconta, in un'ampia intervista a Toscana Oggi, il suo legame con la Madonna del Conforto, l'immagine sacra venerata nel duomo di Arezzo. Il testo integrale dell'intervista sul numero di Toscana Oggi di questa settimana.