Arezzo

Ultimi contenuti per il percorso 'Arezzo'

In Italia ci sono due Comunità cattoliche coreane: una presso la chiesa dei Santi Martiri Coreani a Roma e l’altra presso la chiesa dei Santi Martiri Coreani a Milano. Ciascuna chiesa ha un coro composto da cantanti solisti coreani che coltivano il loro talento o svolgono la loro attività artistica in Italia. Entrambi i cori cantano musica sacra in chiesa nella liturgia domenicale e nelle occasioni importanti, poi a volte eseguono concerti di musica classica per solisti. Per esempio il Coro di Roma, chiamato «Ancilla Domini», si esibisce in concerto una volta al mese dopo la Messa.

«La vostra opera sul territorio sia segnata dall’impegno fecondo e benedetto di costruire un modello di convivenza alternativo all’esistente. Tocca a noi cristiani farci apripista perché tutti scoprano la bellezza della pace». Questo il monito che l’arcivescovo di Arezzo, monsignor Riccardo Fontana, ha rivolto oggi alla platea dell’incontro di studi delle Acli, in corso ad Arezzo.

In Italia vi è «una gestione prettamente ‘politica’ dell’accoglienza». «Malgrado il diritto di asilo sia sancito dalla nostra carta costituzionale (articolo 10), dal 2001 in poi si è assistito a una gestione securitaria della questione immigrazione, tesa a contenere i flussi migratori». La considerazione proviene dall'«Atlante delle disuguaglianze» curato dall’Iref, l’istituto di ricerca delle Acli, presentato oggi ad Arezzo nel corso del 48° Incontro nazionale di studi.

È l'evento più amato dalla Città di Arezzo, da quest'anno potrà essere seguito in tutta Italia. La Giostra del Saracino arriva su TV2000. Domenica 6 settembre, a partire dalle 17, l'emittente  della Conferenza episcopale italiana trasmetterà in diretta la sfida a Re Buratto. La telecronaca sarà curata dalla redazione di TSD, emittente televisiva della Diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro.

C’è ancora la spada di Damocle della riduzione di orario per alcuni uffici postali delle zone montane, e parte una nuova energica azione di protesta a Montemignaio. La comunità locale, con in testa il Sindaco Massimiliano Mugnaini, si è riunita nel giorni scorsi, il consiglio comunale ha approvato unanimemente un documento di protesta, sono state raccolte in breve tempo oltre 400 firme (in pratica tutto il paese ha aderito). Obiettivo, far desistere Poste italiane dall’annunciato piano di tagli di sportelli e orari di apertura del servizio postale.