Garfagnana

Ultimi contenuti per il percorso 'Garfagnana'

Un paio di settimane fa la Provincia di Lucca, tramite l’assessorato al turismo, ha diramato i dati dei flussi turistici dei primi 6 mesi dell’anno in tutta il territorio provinciale, basandosi su numeri raccolti dalle strutture ricettive iscritte al portale web lucca.toscanaeturismo.net, i quali sottolineano un andamento molto altalenante, con dati positivi e negativi a macchia di leopardo. Abbiamo contattato Andrea Martinelli, presidente degli albergatori lucchesi di Confesercenti, per parlare con lui di questi dati e di molto altro.

Qualche punto fermo in vista dell'apertura del nuovo Ospedale, il S. Luca, e sul destino del vecchio ospedale, il Campo di Marte (nella foto l'entrata "storica").
Antonio D'Urso, direttore generale Asl2 dice: "il nostro ufficio tecnico a disposizione degli enti locali per decidere sugli edifici del vecchio ospedale che verranno dismessi".

Dopo un ampio lavoro preparatorio e grazie al fondamentale contributo del Consiglio Diocesano di Azione Cattolica, del Presidente Mario Battaglia e degli Assistenti Diocesani don Renato Monacci e don Riccardo Micheli, prenderà avvio lunedì 4 novembre 2013 alle ore 21.15 presso i locali della parrocchia di Capannori il primo percorso diocesano di formazione per educatori di gruppi «dopo-cresima/giovanissimi» organizzato dall’Azione Cattolica e che avrà come titolo «Pietre vive».

Il 31 maggio 2003, Giovanni Paolo II nominò Italo Castellani, già vescovo di Faenza che quindi lasciò, arcivescovo coadiutore di Bruno Tommasi, trasferendolo a servizio della Chiesa di Lucca. Diventò arcivescovo titolare di Lucca il 21 gennaio del 2005. Di fatto quindi sono dieci anni che don Italo è in mezzo a noi. E la sera del prossimo 13 settembre sarà la decima Luminara cui prenderà parte. Al di là delle tradizioni, oltre la vita ecclesiale e quindi pastorale, la sua presenza ha segnato in qualche modo la città di Lucca e il territorio della diocesi. Abbiamo chiesto ad alcuni giornalisti di inviarci le loro impressioni. Sono concorrenti... i giornalisti interpellati (che ringraziamo per la disponibilità!) dirigono cioè testate diverse, e spesso esprimono punti di vista molto diversi (oltre che professionalità molto diverse). Eppure sulle impressioni e le riflessioni dedicate senza peli sulla lingua a mons. Castellani, beh, lasciatecelo dire: non siete poi così distanti! Infine ringraziamo Baccelli e Tambellini per le dichiarazioni che ci hanno riservato in esclusiva, dove si possono leggere parole che non sono certo di semplice rito. Ma prima due interventi... ecclesiali.