Grosseto

Ultimi contenuti per il percorso 'Grosseto'

È stato un momento di grande emozione quello che stamane ha coinvolto quanti sono stati presenti alla fase di rimozione, messa in sicurezza e imballaggio del “Giudizio finale”, la grande opera pittorica di Guido da Siena che fa parte del patrimonio artistico della diocesi di Grosseto, esposto all’interno del Maam-Museo archeologico e d’arte sacra della Maremma.

Per alcune settimane i grossetani devoti alla Madonna delle Grazie dovranno rinunciare alla possibilità di raccogliersi in preghiera dinanzi alla bellissima tavola dipinta da Matteo di Giovanni a fine ‘400 e venerata da secoli. Il dipinto, infatti, nel primo pomeriggio di oggi – alla presenza del vescovo Rodolfo e di don Franco Cencioni, direttore dell’ufficio beni culturali ecclesiastici della Diocesi – è stato rimosso dalla nicchia nella cappella mariana, lungo la navata sinistra della Cattedrale di San Lorenzo per poter essere consegnato alla Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo, dove sarà sottoposto ad un intervento di restauro.

Dopo alcuni anni di stop torna l'appuntamento con la festa di San Valentino. Sarà celebrato domani domenica 14 febbraio alle 18 in cattedrale con una Messa, che sarà presieduta dal vescovo Rodolfo e a cui sono invitati a partecipare le coppie di innamorati: sposi o fidanzati, ma anche chi cerca l’amore.

Un piccolo passo per un grande progetto. È stato consegnato questa mattina nelle mani del vescovo di Grosseto Monsignor Rodolfo Cetoloni e del direttore della Caritas Don Enzo Capitani, l’assegno simbolico da 2.070 euro, la somma raccolta grazie alla vendita del libro di Giacomo D’Onofrio “Sei maremmano se dici” . Le librerie e le edicole dove trovare la seconda edizione