Massa

Ultimi contenuti per il percorso 'Massa'

Il Tribunale di Massa ha prosciolto il vescovo di Massa Carrara-Pontremoli dichiarando «improcedibili» le accuse «per difetto di querela» nella vicenda giudiziaria che vede coinvolto l'ex sacerdote Gianluca Morini. In un comunicato, che pubblichiamo integralmente si sottolinea come «considerato l’enorme clamore prodotto dal coinvolgimento della sua persona nel processo, sarebbe stato preferibile che la legge consentisse al Vescovo di pretendere una sentenza» che attestasse la correttezza del suo operato.

Il comitato «Difendiamo i nostri figli» di Massa, insieme a «Generazione famiglia» e «famiglia, scuola educazione» di Pisa, organizzano per venerdì 26 ottobre alle ore 21, presso il Parco della Comasca in via Ronchi a Massa, un incontro con il senatore Simone Pillon.

Il centrodestra in Toscana fa l'asso piglia tutto e ai ballottaggi si porta a casa Pisa, Siena e Massa, oltre a Pietrasanta che governava già. Il centrosinistra vince solo a Campi, mentre a Pescia l'ex sindaco Pd Oreste Giurlani batte il candidato del centrodestra. E Rossi fa autocritica: «Disfatta meritata, bisogna andare oltre Pd e LeU».

Questa domenica 24 giugno ballottaggi in tutti e sei i Comuni toscani sopra i 15 mila abitanti che dovevano rinnovare le amministrazioni. Nella città del Palio l’uscente Bruno Valentini si apparenta con l’ex sindaco Ds Pierluigi Piccini. Sotto la Torre pendente il candidato Pd si accorda con due candidati di liste civiche per tentare di rimontare Michele Conte.

Vanno tutti al ballottaggio i sei Comuni toscani con più di 15 mila abitanti in cui si è votato ieri. Il centrosinistra ne governava cinque ed è fuori gioco solo a Pescia, dove sarà l'ex sindaco Pd Oreste Giurlani, dimessosi per un'inchiesta, a battersi con Francesco Conforti del centrodestra. Ma l'esito dei ballottaggi è molto incerto con il centrodestra in aumento, trascinato dalla Lega. Non brilla invece il M5s.

Mini test significativo per quasi 400 mila toscani, con 21 Comuni coinvolti, tra cui tre capoluoghi di Provincia (Pisa, Siena e Massa), finora retti da maggioranze di centrosinistra. nei sei comuni sopra i 15 mila abitanti (oltre i tre capoluoghi, anche Campi Bisenzio, Pietrasanta e Pescia), ballottaggio possibile il 24 giugno.