Massa Carrara

Ultimi contenuti per il percorso 'Massa Carrara'

Lavoratori disoccupati, persone che hanno perduto il lavoro in prossimità della pensione, disabili e svantaggiati, donne disoccupate con più di 30 anni, laureati e dottori di ricerca: queste le categorie che potranno a breve beneficiare degli incentivi che la Regione mette a disposizione delle aziende e dei datori di lavoro che fanno assunzioni a tempo indeterminato o determinato, full o part time.

Via libera dalla Giunta alla formale definizione delle tre aree di crisi regionali, interessate da piani di reindustrializzazione. Si tratta delle aree di Piombino, con i Comuni del polo siderurigico di Campiglia Marittima, San Vincenzo, Sassetta e Suvereto; di Livorno, con i Comuni di Livorno, Collesalvetti e Rosignano Marittimo; Massa Carrara, con i Comuni compresi nella Provincia.

Pietrasanta «sorpassa» Carrara. Non è più il comune con il più alto tasso di impronta artistica legata al lapideo. Dieci anni dopo l’ultima indagine sulla lavorazione artistica della pietra nella Provincia di Massa Carrara elaborata dall’Istituto di Studi e Ricerche della Camera di Commercio di Massa Carrara, Carrara ha perso la sua leadership nella lavorazione artistica del marmo e con il suo primato anche posti di lavoro, laboratori, botteghe, manualità, esperienza e storia.

Dalla Regione 10.500.000 euro per il potenziamento e lo sviluppo delle attività dell'Ospedale del Cuore Pasquinucci, di Massa, e l'intensificazione della collaborazione già in atto con la Scuola Sant'Anna di Pisa. Il finanziamento è stato approvato ieri sera con una delibera di giunta, assieme al protocollo che presto sarà sottoscritto da Regione, Fondazione Toscana G.Monasterio, Scuola Superiore Sant'Anna, Asl 1 di Massa e Carrara e Comune di Massa.

La Regione Toscana stanzia 8 milioni e 600 mila euro per la depurazione nelle province di Grosseto, Siena, Lucca e Massa. La somma è stata divisa e messa a disposizione dei gestori Acquedotto del Fiora (4 milioni e 500mila euro) e Gaia Spa (4 milioni e 100mila euro) quale fondo di garanzia per attivare nel loro territorio un totale di 90 interventi prioritari per la depurazione tali da superare in via definitiva le procedure di infrazione comunitarie in atto e ridurre il rischio sia di non balneazione delle acque marine sia di mancanza di acqua ad uso potabile.

Confermata la volontà della Regione di mantenere e potenziare i reparti di cardiochirurgia, pediatrica e adulti, della Fondazione Monasterio presso l'Ospedale Pediatrico Apuano di Massa. A sottolinearlo è l'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni che ribadisce gli «ulteriori investimenti, già annunciati, per aumentare il livello di qualità delle strutture» ed invita operatori e cittadini «a non credere a voci di altro tipo».