Pietrasanta

Ultimi contenuti per il percorso 'Pietrasanta'

 

Fornelli accesi in Piazza Duomo per la prima edizione de «Le Stelle di Pietrasanta», il Festival dell’Alta Cucina promosso ed organizzato dal Comune di Pietrasanta in collaborazione con Les étoiles di Mougins che si apre domani venerdì 6 settembre, e fino a domenica 8 settembre, nel centro storico della Piccola Atene con primo degli showcooking all’aperto in programma durante la tre giorni dedicata alla cucina d’autore. Fino a domenica 8 settembre Pietrasanta si trasformerà in una grande cuisine all’aperto ad ingresso libero caratterizzata da showcooking, degustazioni ed incontri. A fare da cornice al weekend il mercatino degli agricoltori per fare la spesa a km zero. L’evento è stato fortemente voluto dall’amministrazione di Alberto Stefano Giovannetti e dall’assessorato al turismo e cultura di Massimo Mallegni per potenziare e caratterizzare l’offerta della città di Pietrasanta nel mese di settembre.

All'asta i dipinti della mostra dedicata all'incoronazione della Madonna del Sole. Saranno battuti all'asta venerdì 31 agosto, alle ore 21.00 nella Sala Annunziata del Chiostro di S. Agostino (Pietrasanta - Lu), i 65 dipinti della bella collettiva visitabile ancora oggi nell'atrio di Palazzo Municipale (dalle 8.30 alle 13.00. Ingresso Libero).

La Fondazione Arkad, da anni promotrice di attività artistiche e culturali, presenta la mostra CAVA, visitabile nella propria galleria dal 28 luglio al 28 ottobre. «CAVA» rientra nel calendario di celebrazioni triennali varato dai Comuni di Seravezza, Pietrasanta, Stazzema e Forte dei Marmi nel 500° anniversario della presenza di Michelangelo Buonarroti in Versilia. La mostra ha come tema la cava di marmo vista come opera d'arte, da ammirare e tutelare, con l’obiettivo di valorizzare ed apprezzare l’indiscutibile bellezza artistica ed il fascino da sempre emanato dalle montagne di marmo. Una tale visione verrà data da artisti di ambiti differenti (fotografi, scultori, pittori, video-artisti, architetti, designer, ecc.) che presenteranno un’interpretazione della cava filtrata dal loro sguardo.

Il centrodestra in Toscana fa l'asso piglia tutto e ai ballottaggi si porta a casa Pisa, Siena e Massa, oltre a Pietrasanta che governava già. Il centrosinistra vince solo a Campi, mentre a Pescia l'ex sindaco Pd Oreste Giurlani batte il candidato del centrodestra. E Rossi fa autocritica: «Disfatta meritata, bisogna andare oltre Pd e LeU».

Questa domenica 24 giugno ballottaggi in tutti e sei i Comuni toscani sopra i 15 mila abitanti che dovevano rinnovare le amministrazioni. Nella città del Palio l’uscente Bruno Valentini si apparenta con l’ex sindaco Ds Pierluigi Piccini. Sotto la Torre pendente il candidato Pd si accorda con due candidati di liste civiche per tentare di rimontare Michele Conte.

Vanno tutti al ballottaggio i sei Comuni toscani con più di 15 mila abitanti in cui si è votato ieri. Il centrosinistra ne governava cinque ed è fuori gioco solo a Pescia, dove sarà l'ex sindaco Pd Oreste Giurlani, dimessosi per un'inchiesta, a battersi con Francesco Conforti del centrodestra. Ma l'esito dei ballottaggi è molto incerto con il centrodestra in aumento, trascinato dalla Lega. Non brilla invece il M5s.

Pietrasanta «sorpassa» Carrara. Non è più il comune con il più alto tasso di impronta artistica legata al lapideo. Dieci anni dopo l’ultima indagine sulla lavorazione artistica della pietra nella Provincia di Massa Carrara elaborata dall’Istituto di Studi e Ricerche della Camera di Commercio di Massa Carrara, Carrara ha perso la sua leadership nella lavorazione artistica del marmo e con il suo primato anche posti di lavoro, laboratori, botteghe, manualità, esperienza e storia.