Pisa

Ultimi contenuti per il percorso 'Pisa'

Da Galileo Galilei a Twitter, dalle rivoluzione digitale cinese (con il loro Ebay chiamato Taobao) al criminal web, passando per il mercato clandestino del coltan (la sabbia nera che permette di costruire smartphone e computer), fino ai robot antropomorfi tra cui quello che risolverà il cubo di Rubik in un minuto.

Gli ultimi capi scout lasceranno la tenuta di San Rossore domani, dopo aver smantellato le tensostrutture. E sempre domani il presidente del parco di Migliarino-San Rossore e Massaciuccoli traccerà un bilancio dell’impatto ambientale (molto ridotto, per la verità) procurato dalla presenza dei 30mila capi, rover e scolte in occasione della route nazionale Agesci.

Un “benvenuto all’Agesci”, con “gratitudine ed emozione per la possibilità di ospitare un evento di tale rilevanza”. A esprimerlo, a nome del Consiglio comunale di Pisa, è stato il vicepresidente vicario del Consiglio, Riccardo Buscemi, che ha incontrato ieri, nella sede del Parco di San Rossore-Migliarino-Massaciuccoli, vertici e referenti organizzativi della route nazionale.

«Stiamo lavorando al piano di fusione delle due società che gestiscono gli scali di Firenze e Pisa in un unico soggetto per dare visibilità e accesso al sistema aeroportuale toscano». Così interviene Roberto Naldi, rappresentante di Corporación America che detiene il pacchetto di maggioranza di AdF, questa mattina in commissione congiunta Territorio e ambiente e Mobilità e infrastrutture, presieduta da Fabrizio Mattei (Pd)

"Oggi segnamo un punto importante di un percorso iniziato per Pisa molti anni fa. E' intorno al 2004 che avvenne la scelta definitiva di trasferire tutto il Santa Chiara a Cisanello. E vorrei per questo ringraziare tutti i direttori generali che hanno reso possibile questo progetto: Antonio Bizzarri, Enrico Desideri, Vairo Contini e Carlo Tomassini. E' una sfida per tutti, per la qualità della sanità toscana, per l' università, per gli operatori. I nuovi ospedali devono aprirsi a forze nuove che vengono dal mondo. Questo è un invito e un auspicio". Così si è espresso il presidente Enrico Rossi, intervenendo oggi a Cisanello per la presentazione del bando di gara del nuovo ospedale.

Meno di un mese alla partenza del cammino che da 34 anni porta i giovani toscani al Perdono di Assisi. Quest’anno il tragitto parte dal convento di Santa Croce in Fossabanda e attraversa la Toscana fino al santuario sull’Appennino, dove i marciatori faranno un giorno di ritiro prima di raggiungere Santa Maria degli Angeli.