San Gimignano

Ultimi contenuti per il percorso 'San Gimignano'

Le mura di San Gimignano (Siena) saranno ricostruite. Il tratto franato il 3 aprile dell'anno scorso, a causa del maltempo, verrà recuperato grazie a un finanziamento di 500 mila euro. Il ministero dei Beni Culturali metterà 300 mila euro, altri 200 mila la Regione. 

Il patrimonio archeologico di San Gimignano (Siena) e Volterra (Pisa) rivive in 3d ed accompagna il visitatore in una esperienza virtuale coinvolgente e in un vero e proprio salto indietro nel tempo. Si tratta di «Tecnologicamente Antichi», il progetto turistico realizzato dai Comuni di San Gimignano e Volterra con il contributo della Regione Toscana attraverso il progetto Eccellenze in Etruria, che mette in rete 4 siti di pregio: la villa Romana di Aiano, il teatro Romano di Volterra e i due musei archeologici delle due rispettive città.

«Oggi stesso firmerò la dichiarazione di stato di emergenza e metteremo a disposizione nuove risorse del bilancio regionale, oltre a quelle già impegnate, perché c'è da iniziare subito il lavoro per ritirare su le mura di San Gimignano, una delle città che fanno l'immagine della Toscana nel mondo». Lo ha detto il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, che stamani, insieme alla vicepresidente e assessore alla cultura Monica Barni, ha effettuato un sopralluogo nella cittadina senese dove nel pomeriggio di ieri è crollato un tratto di mura medievali lungo circa 20 metri.

La nomina è avvenuta nei giorni scorsi con l’assemblea tenutasi ad Assisi. Bassi resterà in carica per i prossimi 3 anni. Il primo cittadino: «Oggi siamo di fronte ad un nuovo scenario nel quale l’Italia finalmente, con fatica ma anche con determinazione, ha riscoperto il valore del suo capitale artistico e culturale»

Un incontro per apprendere come si fa accoglienza con e per i migranti, per sconfiggere la paura dell’altro e favorire percorsi di inclusione sociale con i cittadini. Questo l’obiettivo dell’incontro che si svolgerà l’8 aprile a San Gimignano (Sala del Consiglio comunale, ore 9-17), per iniziativa della sezione italiana della rete europea contro le povertà Cilap-Eapn e dell’associazione «Differenze culturali e nonviolenza», con il patrocinio del Comune di San Gimignano e della regione Toscana.