Siena

Ultimi contenuti per il percorso 'Siena'

Si avvia alla conclusione la prima fase del restauro della Croce dipinta realizzata da Ambrogio Lorenzetti negli anni Trenta del Trecento per la Chiesa di San Niccolò al Carmine a Siena. La Croce, conservata presso la Pinacoteca nazionale di Siena, è stata trasferita a Firenze nel maggio 2020 per essere sottoposta al restauro a cura di Muriel Vervat: il progetto concordato e coordinato dalla Direzione regionale Musei della Toscana, è stato reso possibile grazie a una donazione della Fondazione Friends of Florence. 

“Tante famiglie, che vivono nella nostra diocesi, stanno sperimentando la povertà di non poter fare la spesa, di non riuscire a pagare bollette e affitti. Mai come in questo momento, le Caritas che sono nei territori hanno richieste di alimenti e aiuto economico”.

«L’attivazione della nuova Terapia Intensiva, con un investimento di circa 2 milioni di euro, si inserisce nell’ambito di una più ampia riprogrammazione delle attività assistenziali dell’ospedale anche finalizzata a far fronte all’emergenza Covid – spiega il professor Antonio Barretta, direttore generale Aou Senese –. Visto l’andamento epidemiologico siamo costretti a ridurre le attività programmate di tipo medico e chirurgico, assicurando le prestazioni con carattere d’urgenza e di non differibilità per motivi clinici».

Lo scorso maggio era stato vittima di un incidente stradale molto grave che lo aveva costretto a un lungo percorso terapeutico, con ben 2 interventi chirurgici effettuati all’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena nel giro di 5 mesi, che avevano il fine di ridurre i traumi subiti a livello di fegato, milza, surrene e pancreas e, successivamente, di favorire il drenaggio trans-gastrico di una raccolta di liquidi che si ripresentava nel corso delle settimane.

Il vaccino pensato a Oxford e prodotto dalla multinazionale AstraZeneca protegge fino a dodici settimane dopo la prima dose e, nei due terzi dei casi, ferma il virus rendendo la persona vaccinata non più contagiosa. La notizia, che proviene da uno studio anticipato dalla rivista “Lancet”, al quale hanno collaborato università di tutto il mondo, tra le quali anche quella di Siena, occupa le prime pagine di tutti i quotidiani questa mattina.